Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Servizi e spazi per la creatività, in Fiera la prima esperienza di coworking

Il progetto, gestito dalla società The Hub che per i prossimi sei anni occuperà in affitto gli spazi del padiglione 129, ha l'obiettivo di creare un luogo di incontro per le imprese locali, agevolando lo scambio di idee e la creatività

Uno spazio aperto 365 giorni all'anno, un luogo di incontro per le imprese locali al servizio dell'innovazione e della creatività: parte con questi obiettivi il primo progetto di coworking alla Fiera del Levante. A curare l'iniziativa sarà la società The Hub, vincitrice del bando aperto ad aprile dall'Ente Fiera per la manifestazione di interesse per nuove attività coerenti con quelle fieristiche.  Per i prossimi sei anni la società gestirà in affitto i 1.600 metri quadri del padiglione 129, offrendo alle aziende uno spazio in coworking con costi di mercato a condizioni agevolate.

“I tre cardini del progetto – ha spiegato Giusy Ottonelli di The Hub – sono persone, spazio, idee. Realizzeremo attività dall’affitto di desk (postazioni lavoro, ndr) alle sinergie tra giovani fino a corsi ad hoc e processi di co-creazione tra tutti coloro (senza limiti di età) che vorranno aderire. L’obiettivo è partire da potenzialità comuni per creare opportunità differenti”. Sei in tutto le persone che compongono il team di The Hub e che si occuperanno di portare avanti il progetto: oltre a Giusy Ottonelli, intervenuta stamattina in conferenza stampa a nome della società, Francesco Antonacci, Monica Del Vecchio, Diego Antonacci, Angela Amoruso e Enzo Maiorano.

“La Fiera – ha aggiunto il presidente dellla Fiera Viesti – dà in fitto questo spazio a The hub, la quale per 12 anni coinvolgerà i giovani imprenditori che non hanno i mezzi necessari e creerà un posto vivo in cui circoleranno idee e nasceranno importanti opportunità economiche”.

"La Regione - ha ricordato Nicola Fratoianni, assessore regionale alle Politiche giovanili - ha investito molto sui giovani in termini di risorse. Bisognava, però, creare le condizioni – a costo zero – perché queste energie giovanili si rinforzassero e si strutturassero. Di qui la sinergia con la Fiera che consentirà di riqualificare il quartiere e incubare nuove idee originali”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi e spazi per la creatività, in Fiera la prima esperienza di coworking

BariToday è in caricamento