Economia

FNP Cisl Bari: preoccupante la situazione degli oltre 40mila pensionati del territorio aderenti alla Cisl

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

"Occorre estendere la riduzione delle tasse anche ai pensionati, perché discriminarli è una grave ingiustizia. Siamo preoccupati per la mancanza di provvedimenti di tutela degli anziani bisognosi, meritevoli, dopo una vita dedicata al lavoro di un esistenza dignitosa. I pensionati, sono una risorsa per il Paese, non un peso per lo Stato. Basterebbe elencare i tanti servizi che gli anziani, all'interno delle famiglie, svolgono in silenzio e dedizione. per meritare una maggiore attenzione da parte del Governo" Ha esordito così il segretario generale della FNP Cisl di Bari Domenico Liantonio, in apertura della conferenza stampa svoltasi questa mattina.

Per questo a nome dei quarantamila pensionati di Bari che aderiscono alla Cisl, il segretario generale, chiede risposte chiare e ben precise. La serenità ha i suoi limiti e i pensionati sono stanchi di aspettare.A Bari, come in tutta la regione la medie delle pensioni - è stato detto - non supera di poco più i 650 euro mensili, Il dato fa comprendere quanto i pensionati vivano al di sotto della soglia di povertà. La povertà dilaga per questo chiediamo da tempo, interventi certi che mirino al miglioramento della vita degli anziani, che molto spesso si ritrovano ad essere una risorsa fondamentale se non l'unica per le famiglie continua Liantonio"

La preoccupazione è rivolta anche agli Over 50, oltre mezzo milione, che non hanno mai versato contributi previdenziali e che inevitabilmente cadranno in stato di povertà. La Fnp Cisl di Bari è determinata a proseguire il percorso già intrapreso da tempo per chiedere nelle sedi istituzionali un impegno sulla valenza economica degli anziani sul loro ruolo insostituibile.Il 33,9% percepisce un importo mensile inferiore a 500 euro mentre il 42,6% dei pensionati percepisce un reddito da pensione inferiore a 1.000 euro al mese; il 38,7% tra 1.000 e 2.000 euro; il 13,2% tra 2.000 e 3.000 euro; il 4,2% tra 3.000 e 5.000 e il restante 1,3% oltre 5.000 euro.

Il 67,3% dei pensionati è titolare di una sola pensione, il 24,9% ne percepisce due e il 6,5% tre; il restante 1,3% è titolare di 4 o più pensioni. Le prestazioni pensionistiche sono classificate in sette gruppi: vecchiaia, invalidità, superstiti, indennitarie, invalidità civile, sociali e di guerra.

Gli iscritti alla FNP-CISL in tutta la provincia di Bari e Bat rappresentano circa il 15% dei pensionati

Il significato di questa trasformazione può significare che il sindacato dei pensionati rappresenta sempre di più un sindacato confederale dove fanno sintesi varie culture di provenienze diverse.

Al sindacato dei pensionati pertanto è affidata sempre di più una responsabilità più generale delle condizioni degli stessi pensionati e del welfare che li accompagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FNP Cisl Bari: preoccupante la situazione degli oltre 40mila pensionati del territorio aderenti alla Cisl

BariToday è in caricamento