La Galleria delle Nazioni alla Fiera del Levante

Dal poncho peruviano alle sculture palestinesi, passando per l’artigianato giapponese

Maglioni, poncho e cappelli in lana di alpaca dal Perù, copriletti, gioielli e cachemire dall’India, ricami e pizzi all’uncinetto dall’Albania, sculture in legno dal Kenia. Torna come ogni anno uno degli appuntamenti più amati dai visitatori della Fiera del Levante, quello con la Galleria delle Nazioni.

Un viaggio intorno al mondo attraverso l’artigianato di 33 paesi: Albania, Bangladesh, Bolivia, Camerun, Danimarca, Ecuador, Egitto, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Iran, Kenia, Madagascar, Marocco, Nepal, Nigeria, Palestina, Pakistan, Perù, Russia, Senegal, Siria, Somalia, Spagna, Sudafrica, Sudan, Tailandia, Tunisia, Turchia, Ungheria e Vietnam.
Un’affascinante vetrina di prodotti portati in Fiera da espositori qualificati perché iscritti alle Camere di commercio dei Paesi di appartenenza accomunati dall’obiettivo di attrarre un pubblico sempre attento alla novità e alla qualità.

Dalla Palestina arrivano le suggestive sculture in legno d’ulivo, dal forte valore simbolico, dall’Iran, invece, i preziosi tappeti annodati a mano, eredi di una tradizione millenaria.
Sono made in Nepal, inoltre, gli strumenti musicali come la campana tibetana e il murchunga, simile al nostro scacciapensieri, costruiti in una lega di sette metalli.

Uno spazio speciale è dedicato alla Francia, ospitata nel padiglione 96, tra tovaglie della Provenza, sapone di Marsiglia, infinite profumazioni, dolcetti tipici e una grande varietà di salumi e formaggi.

Il continente asiatico è rappresentato quest’anno anche dal Giappone, che propone un campionario di prodotti artigianali che rispecchia la tradizione del Sol Levante.

La Tunisia espone le tipiche ceramiche dalle splendide fatture multicolore. La Camera di commercio italiana per la Spagna  di Madrid, infine, organizza per il secondo anno consecutivo, un’area riservata all’artigianato e all’agroalimentare con oggetti decorativi, articoli di gioielleria, come per esempio le tipiche perle di Maiorca, e bigiotteria, abbigliamento e tessile, ceramica e prodotti enogastronomici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparse da ieri a Bari: ritrovate le due ragazzine di 15 anni

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Scomparse due ragazzine baresi di 15 anni, l'appello: "Non abbiamo più notizie di Asia e Chiara"

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento