menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioia del Colle, chiude l'Ansaldo: lavoratori in stato di agitazione

Lo stabilimento cesserà l'attività ad aprile: 197 gli addetti che saranno collocati in mobilità. Proclamato per i prossimi giorni uno sciopero di 10 ore

Ansaldo Caldaie chiude lo stabilimento di Gioia del Colle e mette in mobilità 197 dipendenti. La decisione è stata comunicata dall'azienda con una lettera inviata a lavoratori e sindacati, e sarebbe legata alla riduzione degli ordini di acquisti. La fabbrica, che si occupa esclusivamente della produzione di boiler, metterà fine alla propria attività il 10 aprile 2015.

Una doccia gelata per i lavoratori, che hanno proclamato lo stato di agitazione. "Apprendiamo con stupore la decisione di Ansaldo Caldaie, Gruppo Sofinter, di cessare l’attività produttiva del sito di Gioia del Colle con la collocazione in mobilità di tutta la forza lavoro di 197 addetti", scrivono in una nota Fim e Fiom di Bari.

"Nonostante l’aggiudicazione di diverse commesse che si attendevano da tempo - spiegano - e che avrebbero assicurato la saturazione delle maestranze, ancora una volta la violenza con la quale vengono assunte queste decisioni mettono in crisi il nostro tessuto produttivo ed il territorio in nome del mero profitto contravvenendo ad una serie di impegni assunti negli incontri precedenti e alla responsabilità sociale".

"Rigettiamo con forza - dunque - le motivazioni con le quali l’azienda ha assunto tale decisione e allo stesso tempo abbiamo attivato il coinvolgimento di tutti i livelli istituzionale, nessuno escluso, a partire dal Ministero dello Sviluppo Economico perché questa ulteriore tragedia non possa determinarsi. Per queste ragioni è convocata una conferenza stampa pubblica il giorno 26 gennaio p.v. alle ore 9.00 presso lo stabilimento Ansaldo Caldaie di Goia del Colle e la proclamazione dello stato di agitazione con un pacchetto di 10 ore di sciopero articolato", concludono i sindacati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento