Economia

Grande successo dell'I.m.a.h.r. in Puglia alla 1° edizione dell'International Meeting di Food & Beverage e dell'ospitalità 2013

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Si è tenuto nella cornice della " Tenuta Montefusco" di Taranto il 1° Meeting internazionale di Food & Beverage e dell'ospitalità 2013 organizzato dall'Executive Maitre Donato Carra (Delegato regionale dell'I.M.A.H.R. PUGLIA) Un evento da tutto esaurito con numeri oltre le aspettative.

I primi segnali di un riscontro positivo c'erano già stati prima dell'inizio dell' evento, con numerose richieste di informazioni per aderire alla manifestazione da parte di aziende del settore enogastronomico e artigianato.La conferma è arrivata presto, e anche se è difficile stimare il numero di persone che hanno partecipato al meeting ,il successo è stato garantito. Si è parlato della professione del Maitre e del professionista del settore in genere,dell'ospitalità e di Made in Italy. Presenti diverse figure istituzionali della città di Bari,Taranto,Laterza. Il promotore della manifestazione " Donato Carra ", il quale ha ottenuto durante la manifestazione riconoscimenti di alto livello tipo: Maestro dell'enogastronomia e dell'ospitalità internazionale, un premio internazionale Excellence ( per i meriti professionali acquisiti e per aver raggiunto un ottimo livello di eccellenza ed un'altissima qualità di servizio di rilevanza internazionale) con il suo carisma combattivo ha voluto sensibilizzare le aziende e le istituzioni inviando loro un grande messaggio -" La crisi si può combattere stando uniti " In virtù di questo -Carra - in breve tempo, con la collaborazione della Casartigiani di Taranto e le varie aziende Pugliesi ,formerà un consorzio creando un marchio di qualità regionale,idea che è stata accolta da diverse aziende e dalle varie delegazioni I.M.A.H.R. presenti all'evento creando a loro volta in ogni regione del territorio Italiano lo stesso progetto, formando così un interscabio produttivo aziendale.

In questo modo, spiega Carra, si supererà l'ostacolo istituzioni visto che al momento l'Italia non ha ancora un commissario in Parlamento Europeo che tuteli il marchio Made in Italy. L'istituzione di un marchio di Qualità consentirà agli operatori di godere della massima visibilità e riconoscibilità dell'offerta turistica e imprenditoriale di qualità agli occhi dei consumatori/utenti che costituiscono una garanzia per i turisti.

Il marchio di Qualità coinvolgerà:

· i professionisti del settore turistico (alberghi,Ristoranti,Aziende agroalimentari e casearie,aziende artigiane e vinicoltori)

· gli attori istituzionali del territorio (enti locali, consorzi turistici, associazioni di categoria)

Il marchio di Qualità avrà le seguenti funzioni:

· di reperimento: costituirà un metodo per localizzarsi in uno spazio di diverse offerte

· di praticità: rappresenterà un sistema veloce e semplice di reperimento, di riconoscibilità e di fidelizzazione

· di garanzia: il marchio rassicurerà in termini di confort, accoglienza, sicurezza, pulizia, servizio

· di permanenza: la marca sarà presente imperituramente

Dopo il meeting si è tenuto un percorso enogastronomico e artigianale di tutto rispetto rispecchiando le tradizioni pugliesi e valorizzando il prodotto con le varie degustazioni .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande successo dell'I.m.a.h.r. in Puglia alla 1° edizione dell'International Meeting di Food & Beverage e dell'ospitalità 2013

BariToday è in caricamento