rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

Green pass nei negozi, i controlli saranno a campione. Campobasso (Confesercenti): "Commercianti non possono sostituirsi a forze dell'ordine"

Nelle Faq il governo ha fatto chiarezza sull'obbligo in vigore da oggi, primo febbraio. Il vicepresidente nazionale di Fismo: "Giusta modifica che va incontro ai negozianti, da sempre impegnati a garantire massima collaborazione"

Al via da oggi la nuova stretta del governo sull'uso del green pass, che introduce l'obbligo della certificazione verde anche per l'accesso ai negozi (con una serie di eccezioni per le attività essenziali). I controlli sulla clientela, tuttavia, potranno essere effettuati a campione.

A ribadirlo è in una nota Benny Campobasso, vice presidente nazionale Fismo (Federazione Italiana Settore Moda) di Confesercenti. Su pressione delle associazioni di categoria, a cominciare dalla Confesercenti, "il Governo ha semplificato e chiarito alcuni aspetti importanti che facilitano l’applicazione pratica di questo adempimento", spiega Campobasso, il quale aggiunge che "nella recentissima FAQ del governo si chiarisce che i titolari degli esercizi commerciali diversi da quelli che soddisfano le esigenze alimentari, mediche e di prima necessità ai sensi del dpcm 24 gennaio 2022, non devono effettuare necessariamente i controlli sul possesso del green pass base all’ingresso, ma possono svolgerli a campione successivamente all’ingresso della clientela nei locali". 

E' stata così essenzialmente rivista quella disposizione sull'obbligo di controllo "ritenuta dannosa ed ingiustificata per la categoria – lamenta Campobasso - dal momento che gli imprenditori, fin dall’inizio della pandemia, hanno rispettato le regole e si sono adeguati ai protocolli di sicurezza imposti dal governo e dalle associazioni imprenditoriali di categoria, fra cui la FISMO". 

Questa modifica - sottolinea ancora Campobasso - va incontro alle esigenze della Federazione perché il governo ha compreso che "i commercianti del settore moda non possono sostituirsi alle Forze dell’ordine nei controlli alla clientela, ma si impegnano ad assicurare la massima collaborazione per rispettare le norme vigenti. Tale modifica – conclude – evita, agli esercenti, un danno economico che in piena stagione di saldi aggraverebbe ulteriormente la perdurante situazione che dopo due anni di emergenza sanitaria sembra non terminare".
 

(foto di repertorio)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass nei negozi, i controlli saranno a campione. Campobasso (Confesercenti): "Commercianti non possono sostituirsi a forze dell'ordine"

BariToday è in caricamento