Economia

Antica Masseria dell'Alta Murgia: "Affinchè non cada nell'oblio"

Filippo Lemma e Giacinto Forte rispettivamente coordinatore cittadino e provinciale di Italia dei Valori lanciano un appello alle istituzioni per non dimenticare il destino della Masseria

"Affinché l'intera vicenda non sia lasciata affogare nel tipico oblio della burocrazia italiana"; è quanto si legge nella nota di Italia dei Valori riguardo al mancato salvataggio di “Antica Masseria dell’Alta Murgia”. Le firme sono di Filippo Lemma, coordinatore cittadino del suddetto movimento e Giacinto Forte, coordianatore provinciale.

IDV aveva proposto diverse soluzioni per la masseria confiscata alla mafia: istituzione di un corso serale per adulti, corsi di alta formazione, stages formativi, esercitazioni tecnico-pratiche, allocazione dell'Istituto alberghiero di Altamura all'interno della struttura. Difronte al passo indietro fatto dalla Regione Puglia e dall’Agenzia Nazionale per i Beni confiscati alla Mafia i due coordinatori rivolgono un appello alle istituzioni locali, regionali, provinciali e nazionali affinchè il caso non si risolva all’italiana. Sarà interessato il segretario regionale on. Augusto Di Stanislao, affinché presenti un'interrogazione parlamentare urgente al Ministro Cancellieri per conoscere tutti i dettagli della vicenda e le ragioni ed eventuali responsabilità che hanno fatto fallire il progetto di rilancio della Regione Puglia.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antica Masseria dell'Alta Murgia: "Affinchè non cada nell'oblio"

BariToday è in caricamento