rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Le 'imprenditrici del vino' ospiti del Padiglione Puglia del Vinitaly: "Una forza produttiva trainante, specie del comparto enoturismo"

Un esercito di donne appassionate, competenti, curiose che hanno ereditato, di generazione in generazione, l’amore per un mestiere antichissimo

L’imprenditoria femminile pugliese del vino ospite in questi giorni al Vinitaly. Un esercito di donne appassionate, competenti, curiose che hanno ereditato, di generazione in generazione, l’amore per un mestiere antichissimo o che hanno scoperto nel tempo il desiderio di dedicare la propria vita al mondo del vino.

“Per i visitatori che in questi giorni affollano il padiglione Puglia al Vinitaly – ha commentato l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia, in occasione della terza giornata della fiera veronese - sarà immediatamente balzato agli occhi una presenza massiccia di donne imprenditrici che producono, valorizzano, promuovono, raccontano il vino, le sue peculiarità, le numerose proposte enologiche di qualità della nostra regione. Una forza produttiva trainante, specie del comparto enoturismo: basti pensare che circa un’azienda su tre, in particolare agriturismi, è guidata da donne in Puglia. Secondo l’ultimo Rapporto fornito dall’associazione ‘Donne del Vino’ la presenza delle donne nelle imprese del vino si concentra nel marketing e comunicazione. Sono donne, inoltre, che hanno colto la sfida della diversificazione produttiva e che, con tenacia, tecnica, esperienza, contribuiscono a far crescere la nostra vitivinicoltura. Tante anche le donne che stanno investendo nella formazione conferendo a tutto il comparto quel valore aggiunto necessario a far crescere il settore, specie enoturistico. A tal proposito vorrei ricordare che la Puglia si è dotata di un importante strumento normativo che disciplina lo stretto rapporto tra vino e turismo e che, prevede, anche in un’ottica di premialità, la necessità per le imprese di avvalersi di figure specializzate quali quella dell’enologo, dell’esperto di marketing del vino e il wine manager. E, in questo senso, vedo grande fermento ed esperienza declinati ‘al femminile’”.

Al Padiglione della Regione Puglia, dal titolo ‘Puglia Wine World’, tante anche oggi le attività collaterali organizzate proprio da associazioni di promozione del vino a prevalenza femminile: le Donne del Vino, Puglia in Rosè, Movimento turismo del vino, AIS, che in questi giorni hanno organizzato, in collaborazione con l’Assessorato regionale Agricoltura, degustazioni, masterclass, incontri BtoB. In particolare, quest’oggi, nell'area conferenze si è tenuto un incontro con buyers e giornalisti stranieri e tre appuntamenti tematici: un "tasting sui vitigni rari e autoctoni e di particolare espressione territoriale" con le cantine Soloperto, Tenute Rubino, Vignaflora, Caiaffa Vini, Tenute Eméra e Cardone; "Verticali d’annata di Negroamaro" con le cantine Apollonio, Varvaglione, Paolo Leo e Vetrère; "Pairing Vino-Cibo" con le cantine Terribile, Produttori Vini Manduria, Placido Volpone, Mottura, Rivera e Castello Monaci. Nello spazio incontri per concludere il "Tasting walk around dei vini delle Donne del Vino" con tutte le cantine per presentare la delegazione nella sua mission di squadra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 'imprenditrici del vino' ospiti del Padiglione Puglia del Vinitaly: "Una forza produttiva trainante, specie del comparto enoturismo"

BariToday è in caricamento