Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia

La Puglia dell'agroalimentare continua a crescere, Emiliano: "Dati straordinari. Proteggere i nostri prodotti"

Le dichiarazioni nel corso della presentazione del “Modello Agrifood Puglia per il made in Italy: evoluzioni e sfide, oltre i confini nazionali”, a cura di Teha Club (The European House Ambrosetti)

“I dati economici degli ultimi dieci anni presentati oggi da Ambrosetti sono straordinari per la Puglia: non solo il Pil è cresciuto il doppio che in Italia, ma sono cresciuti anche l'occupazione e i punti di forza del sistema industriale e sociale, ed è diminuita fortemente la criminalità. Tutti questi elementi ci aiutano a focalizzare gli aspetti da migliorare".  Lo ha affermato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano partecipando questa mattina a Bari alla presentazione del “Modello Agrifood Puglia per il made in Italy: evoluzioni e sfide, oltre i confini nazionali”, a cura di Teha Club (The European House Ambrosetti). 

"Sicuramente - ha rimarcato Emiliano - dobbiamo favorire l'accorpamento delle imprese per aumentare la loro massa critica, e soprattutto potenziare ulteriormente la lotta al cosiddetto Puglia sounding, cioè l'utilizzo sui mercati mondiali di finti prodotti enogastronomici pugliesi. Non è facile. Bisognerà coinvolgere anche il governo italiano nella protezione di tutti i prodotti italiani, e tra questi anche quelli pugliesi”. 

Alla presenza di imprenditori, economisti, ricercatori, operatori del settore, è stato illustrato il report 2024 sull’intera filiera alimentare italiana e regionale, da cui emerge, tra i vari dati, che la Puglia è tra le prime in Italia per occupazione e numero di imprese attive (270mila) nel settore agroalimentare, per il turismo enogastronomico e per il contributo (3,9 miliardi di euro) al valore aggiunto agroalimentare nazionale. 

“La cosa bella di questi dieci anni è che avevamo pianificato tutto e ci aspettavamo questi risultati - ha aggiunto il presidente Emiliano - La Puglia oggi è insieme genio e regolatezza, una regione riconosciuta e rispettata ovunque, anche per essere una terra libera e realmente accogliente. Il fatto che questi dieci anni coincidano con la mia amministrazione regionale mi ha dato una grande felicità, credo di essere stato un presidente fortunato ad avere accanto pugliesi straordinari che hanno conseguito risultati così importanti”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Puglia dell'agroalimentare continua a crescere, Emiliano: "Dati straordinari. Proteggere i nostri prodotti"
BariToday è in caricamento