Economia

Nuova Imu, Bari tra le città in cui si pagherà di più

Una stima effettuata dalla CGIA di Mestre include il capoluogo pugliese tra le città in cui i proprietari di prima casa dovranno sborsare di più rispetto a quanto pagavano con la vecchia ICI

La nuova Imu sulla prima casa, in linea generale, sarà più leggera rispetto alla vecchia ICI, ma non per i baresi. Stando almeno a quanto sostiene la CGIA (Associazione artigiani e piccola impresa) di Mestre, che nel suo studio degli effetti della nuova tassa sulla prima casa include Bari tra i Comuni in cui si dovrà pagare di più rispetto al passato.

Ipotizzando che tutti i sindaci dei Comuni capoluogo presi in esame applicheranno l’aliquota ordinaria del 4 per mille, la CGIA ha immaginato due scenari: la differenza Ici/Imu per i proprietari di prima casa senza figli a carico, e la differenza Ici/Imu per i proprietari di prima casa con figli a carico.

Nel primo caso ai proprietari baresi toccherà pagare in media 70 euro in più rispetto alla vecchia Ici.  Peggio andrà solo a Roma (+71 €), Lecce (+72 €) e Venezia (+78 €).

Nel caso invece di proprietari di prime case con figli a carico - per i quali è previsto uno sgravio di 50 euro per ogni figlio a carico (under 26), sino ad un massimo di 8 - gli aumenti saranno più contenuti. Si pagheranno 20 euro in più rispetto alla vecchia Ici se ha un solo figlio a carico, mentre la tassa diventa molto più "leggera" per chi ha una famiglia più numerosa. Un proprietario di prima casa tre figli, ad esempio, pagherà in media 80 euro in meno rispetto al passato.

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Imu, Bari tra le città in cui si pagherà di più

BariToday è in caricamento