menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Pompilio

Fabrizio Pompilio

Professore barese inventa un'app per gli incidenti stradali: una scatola nera per rilevarli

Una scatola nera, ad inventarla Fabrizio Pompilio, docente di diritto assicurativo all'Università Popolare degli Studi di Milano, da anni attivo nel settore della gestione di liquidazione di sinistri assicurativi

Una nuova 'scatola nera' per consentire, in modo automatico, di fornire informazioni in caso di incidente stradale, al conducente in difficoltà e a chi deve operare nella gestione dell'emergenza: a inventarla un professore barese, Fabrizio Pompilio, docente di diritto assicurativo all'Università Popolare degli Studi di Milano, da anni attivo nel settore della gestione di liquidazione di sinistri assicurativi, come patrocinatore stragiudiziale.

La procedura, prima in Italia, è stata approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico e brevettata: "Esaminando la realtà quotidiana - ha spiegato Fabrizio Pompilio - non solo ho avvertito l’importanza di un’assistenza all’assicurato nella fase preventiva fornendo allo stesso tutte quelle informazioni che sono in grado di favorire il conducente dell’automezzo, ma ho anche notato una grossa lacuna organizzativa dal momento in cui si verifica il sinistro"

"Lo studio, dunque, che ho condotto grazie pure alle collaborazioni universitarie, mi ha portato ad individuare un sistema, ormai dettagliato nei minimi particolari, in grado di offrire una risposta nuova ed originale, ma nello stesso tempo concreta e reale, alle esigenze dell’automobilista. Ifapp è dunque il sistema che dà questa risposta. E’ stata trovata una soluzione efficace ed innovativa, oggi brevettata, che permette di superare le difficoltà dei contatti e quindi dell’informazione tempestiva. Il sistema - aggiunge Pompilio - elimina la procedura tradizionale, perché, una volta impostato prima della partenza il programma di rilevazione e segnalazione, il servizio procede in modo automatico. In secondo luogo lo strumento per far scattare la segnalazione non ha bisogno, dopo la sua impostazione, di ulteriori interventi dell’uomo. Il sistema elettronico è in grado da solo di rilevare e notificare l’incidente, in quanto dotato di rilevamento indipendente e di conseguente notifica dell’incidente stesso" conclude l'inventore del brevetto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento