menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conto alla rovescia per i saldi, sconti al via dal 5 gennaio: "La spesa media? 150 euro a persona"

In Puglia i ribassi dureranno fino al 28 febbraio. Secondo le stime di Confesercenti, un consumatore su due è pronto a fare acquisti. Negative le previsioni del Codacons: "Saranno un flop"

Saldi al via nel weekend dell'Epifania. Come ormai da qualche anno, a Bari e in tutta la Puglia le vendite a prezzi scontati partiranno il prossimo 5 gennaio, per concludersi il 28 febbraio. E in attesa dell'avvio "ufficiale" dei ribassi, si rincorrono stime e previsioni sulle vendite.

Occasione o flop? Le previsioni delle associazioni di categoria

Secondo un'indagine condotta a livello nazionale da Confesercenti in collaborazione con SWG, "circa un italiano su due (il 47%) ha già deciso che approfitterà dell’occasione per fare almeno un acquisto, valutando di investire, mediamente, 150 euro a persona". Per quanto riguarda le percentuali di sconto, negozi di moda e tessili - sempre secondo Confesercenti - partiranno subito con sconti "più alti della media", intorno al "30-40%". Una previsione sostanzialmente in linea con quella di Confcommercio, che parla di una spesa media di 143 euro a persona. Più negative le stime del Codacons, che prevede invece un "flop". Secondo l'associazione dei consumatori solo il 40% degli italiani sfrutterà i saldi per fare qualche acquisto, mentre il budget dedicato agli affari di fine stagione si ridurrà ad una media di 168 euro a famiglia (-7% rispetto allo scorso anno).  

Intanto, in molti negozi sono già partiti alcuni sconti "per i clienti affezionati", così come i controlli per intercettare chi non rispetta le regole.

Il decalogo per fare acquisti "senza brutte sorprese" (da Altroconsumo.it)

- Confronta il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato: se hai dubbi sulla percentuale di sconto o il prezzo non ti sembra corretto, chiedi chiarimenti al negoziante.
- Controlla che i capi siano in buone condizioni. Se il difetto viene fuori dopo l'acquisto, potrai chiedere la risoluzione del contratto: il negoziante deve restituirti l'importo pagato oppure ridurre il prezzo. È importante conservare lo scontrino.
- Prova sempre i vestiti: se ti penti in un secondo momento dell'acquisto rischi di non poterlo cambiare. Infatti il cambio è a discrezione del commerciante.Chiedi sempre se ti consentirà di effettuare un cambio e quanti giorni hai a disposizione per farlo.
- Evita di acquistare i capi d'abbigliamento che non abbiano le due etichette (quella di composizione e quella di manutenzione), per evitare di danneggiarli nella pulitura a secco o in quella ad acqua fatta a casa.
- Fai attenzione che la merce in saldo sia quella stagionale. La legge prevede, infatti, che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e articoli cosiddetti di "moda", cioè quelli che hanno probabilità di deprezzarsi se non vengono venduti durante la stagione.
- Ricorda che i prezzi esposti vincolano il venditore: se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, fallo notare al negoziante e non esitare, in caso di problemi, a far intervenire la polizia municipale.
- La garanzia vale per due anni dall'acquisto. Attenzione, dunque, agli scontrini di carta chimica, che sbiadiscono dopo qualche mese; fotocopiali per poterli esibire al momento opportuno. La garanzia va fatta valere entro sessanta giorni dal momento in cui si scopre il difetto.
- Un negoziante convenzionato con una carta di credito è tenuto ad accettarla sempre, anche in periodo di saldi, e a non aumentare i prezzi per pagamenti effettuati con la carta.
- Attenzione ai pagamenti effettuati con la carta revolving, perché i tassi applicati possono superare il 20%. Questo strumento di pagamento può essere conveniente nel solo caso di rimborso del capitale in tempi brevissimi, vale a dire pochi mesi.
- Per evitare confusione e acquisti non desiderati, la merce venduta in saldo deve essere esposta separatamente da quella non scontata: fai una denuncia alla polizia municipale se questa regola non viene rispettata.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento