rotate-mobile
Economia

Alta adesione per lo sciopero dei lavoratori Innovapuglia: "Pronti ad ulteriori azioni se la Regione non interviene"

I lavoratori hanno chiesto ai sindacati di proclamare ulteriori scioperi "qualora dal tavolo di confronto di lunedì 29 marzo continuino ad arrivare dal socio segnali di inerzia e colpevole disinteresse"

Ha fatto registrare un'adesione dell'80% lo sciopero dei lavoratori di Innovapuglia, società controllata dalla Regione attiva nelle forniture di appalti e nella digitalizzazione che da 4 mesi attende la nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione dopo le dimissioni dell’amministratore delegato Giuseppe Tiani. 

I lavoratori hanno chiesto alla Regione di procedere "senza indugio" a nominare un nuovo Cda "che governi in maniera autorevole e competente la società rafforzando il controllo della organizzazione del lavoro, che dia piena esecutività a tutte le sue attività (per non mettere a rischio la sua tenuta), che riprenda il confronto con le rappresentanze sindacali sui numerosissimi temi in sospeso, che riassuma 2 lavoratrici precarie a cui non è stato rinnovato il contratto di lavoro".

L’assemblea di venerdì 19 marzo, che aveva visto la partecipazione anche delle Segreterie Sindacali Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil di Bari, aveva chiesto al Socio Regione la nomina del CdA da portare all’Assemblea dei Soci di ieri 25 marzo, assemblea che ancora una volta è andata deserta. Per questa ragione i lavoratori hanno chiesto ai sindacati di proclamare ulteriori scioperi "qualora dal tavolo di confronto di lunedì 29 marzo continuino ad arrivare dal socio segnali di inerzia e colpevole disinteresse". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alta adesione per lo sciopero dei lavoratori Innovapuglia: "Pronti ad ulteriori azioni se la Regione non interviene"

BariToday è in caricamento