Economia

"Nuove povertà e solitudine i nemici da sconfiggere nel post pandemia", a Bari più di 200 persone assistite in due mesi dal centro 'La bussola'

E' quanto emerge da un primo report relativo all'attività del centro servizi, inaugurato ad aprile nel centro commerciale Mongolfiera di Bari Santa Caterina

A due mesi dall'apertura nel Centro Commerciale Mongolfiera di Bari Santa Caterina, "La Bussola" ha già aiutato centinaia di cittadini di Bari e provincia fornendo vari servizi: dal sostegno psicologico all'assistenza fiscale, dall'orientamento lavorativo al supporto al cittadino facendo rete con Associazioni di volontariato del territorio. Oltre alle nuove povertà, il nemico da sconfiggere dopo la pandemia resta la solitudine.

Nel tempo sospeso della pandemia, anche a Bari la solidarietà si è rafforzata, soprattutto tra le fasce più giovani e le persone più deboli, che hanno reagito e lottato come potevano contro l'inoccupazione e il nemico invisibile della solitudine, provando ad aiutare gli altri e impegnandosi in varie attività di volontariato, dal primo soccorso alla tutela dell'ambiente.

E' quanto emerge dallo spaccato offerto da un osservatorio speciale, il Centro Servizi Santa Caterina "La Bussola", inaugurato due mesi fa presso il Centro Commerciale Mongolfiera di Bari, che da ormai due mesi accoglie quotidianamente gli utenti dell'area metropolitana, per offrire gratuitamente servizi di supporto psicologico assistenza fiscale e orientamento lavorativo.

Da aprile ad oggi, oltre 200 persone sono state assistite dagli operatori del Centro Servizi, che mediamente incontra 30 persone al giorno negli orari di apertura, per fornire risposte a differenti domande di aiuto: dall'ascolto psicologico per l'età evolutiva, gli adulti e le famiglie, in collaborazione con l'Ordine degli Psicologi della Puglia, alle richieste di sostegno economico e assistenza fiscale, a cura di Epaca-Coldiretti; ma soprattutto orientamento lavorativo (dalla preparazione a colloquio di selezione alla creazione e revisione CV, ecc.) in partnership con FMTS Agenzia per il lavoro.

In un momento di grave incertezza economica, molti utenti, prevalentemente anziani, si sono rivolti allo sportello di assistenza fiscale per ricevere informazioni su agevolazioni come assegno unico e reddito di cittadinanza: «Al nostro servizio di patronato e assistenza fiscale si sono rivolte molte persone insospettabili che prima della pandemia normalmente non avrebbero mai richiesto alcuna forma di sussidio. - spiega Antonella Massaro, direttore provinciale dell'Epaca-Coldiretti - e tra le tante storie di disagio ci ha colpito molto quella di un uomo solo, abbandonato dai figli, che ha trovato negli operatori quasi una seconda famiglia».

Tra le emergenze innescate dalla pandemia, la principale resta sempre la perdita del lavoro, specialmente tra le persone over35 e lavorativamente precarie già prima dell'inizio della crisi. Adriana Pascazio, responsabile Servizi per il Lavoro di FMTS Agenzia per il lavoro, dopo questi primi due mesi di volontariato alla Bussola, riferisce di una situazione di forte disagio, tra lavoratori con contratti stagionali (ristorazione, turismo) e livelli bassi di informatizzazione conoscenze informatiche: «Il nostro sportello di orientamento al lavoro ha un taglio molto pratico perché accompagniamo gli utenti lungo tutto l'iter di candidatura, aiutandoli a scrivere un curriculum efficace e aggiornandoli sulle nuove dinamiche del mercato del lavoro - spiega Pascazio - Tra le storie intercettate allo sportello, mi ha segnato quella di una giovane donna 38enne, molto disorientata perchè dopo 15 anni di impiego nella stessa azienda, ha perduto il lavoro e ha dovuto riscrivere il suo CV, che aveva consegnato a mano in azienda».

Infine, un altro aspetto significativo emerso da questi racconti è il desiderio di impegnarsi nel volontariato. Secondo un'altra operatrice del Centro, Mariangela Chibelli del CSV San Nicola «molti giovani disoccupati hanno abbracciato in questo periodo particolare il mondo del volontariato, per far del bene agli altri e non soffrire di solitudine - dice Mariangela Chibelli - anche perché vedono l'associazione di volontariato come un ambiente protetto, che opera in massima sicurezza».

Tra i vari servizi c'è anche lo sportello di supporto psicologico, che si sta rivelando un aiuto prezioso specialmente per famiglie con figli adolescenti. Secondo Vittoriana Guglielmi, operatrice dello sportello di supporto psicologico per l'età evolutiva, la pandemia ha accentuato sintomatologie già presenti e altre silenti, registrando un aumento delle difficoltà di gestione familiare, assenza di comunicazione anche in famiglia, aumento degli stati d'ansia e depressivi.

Con il progetto della Bussola, il centro commerciale «ha dimostrato di poter contribuire con responsabilità a sostenere alcuni bisogni della comunità in un momento così difficile per l'economia, facendo rete con associazioni, enti e soggetti del territorio - spiega Silvia Di Trani, Shopping Centre Manager di Svicom - e instaurando un rapporto di fiducia tra utenti e operatori del Centro che per noi rappresenta un risultato importante».

Per accedere allo sportello del Centro Servizi è possibile prenotare un appuntamento online sul sito del Centro Commerciale https://labussola.cliccail.link/), attraverso i canali social oppure direttamente presso il centro negli orari di apertura. Le consulenze si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, evitando code e qualsiasi forma di assembramento.

Il Centro Servizi Santa Caterina, che gode del partenariato dell'Ordine degli Psicologi e il patrocinio della Regione Puglia, è realizzato in collaborazione con soggetti istituzionali come l'Ordine degli Psicologi della Puglia, Epaca-Coldiretti, FMTS Agenzia per il Lavoro, e associazioni come il CSV San Nicola, riferimento cittadino per le associazioni che si occupano di volontariato.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nuove povertà e solitudine i nemici da sconfiggere nel post pandemia", a Bari più di 200 persone assistite in due mesi dal centro 'La bussola'

BariToday è in caricamento