Economia

Scuola, oltre 1200 docenti pugliesi cambieranno regione. La Cgil: "E' esodo"

I dati sono stati forniti dal sindacato: altri 1100 insegnanti non hanno ancora scelto la propria destinazione in vista del prossimo anno. Menga: "Avevamo previsto tutto"

Sono 1211 i docenti pugliesi di scuola primaria costretti, in vista del nuovo anno scolastico, a trasferirsi fuori regione e in particolare nel Nord Italia di cui 1009 'forzatamente', overo senza aver scelto volontariamente la destinazione: è il quadro tracciato dalla Cgil Flc regionale e dal segretario pugliese Claudio Menga: "Il paventato esodo - afferma  - si va ora materializzando confermando quanto previsto l’anno scorso dalle organizzazioni sindacali pugliesi le quali avevano denunciato che il massiccio esodo di docenti pugliesi, veniva solo rinviato di un anno grazie alle operazioni di nomina per le supplenze. È opportuno ricordare che tale denuncia fu oggetto di sarcasmo da parte del premier Renzi che, in diretta televisiva nazionale, sul caso Puglia avviò una forte polemica anche con il presidente della regione Puglia Michele Emiliano reo, a suo avviso, di aver dato credito alle 'gufate' del sindacato". Tra i dati forniti dalla CGil, spicca anche il numero dei docenti che non ha ancora scelto la destinazione, 1099. Solo 112 hanno volontariamente deciso di 'emigrare'. I numeri si basano su "stime non definitive in quanto calcolati solo sulla sigla della provincia di nascita di ogni docente presente nella tabella di mobilità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, oltre 1200 docenti pugliesi cambieranno regione. La Cgil: "E' esodo"

BariToday è in caricamento