Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Liberalizzazioni, il Codacons: "Denunceremo Vendola"

Il coordinamento delle associazioni per la difesa dei consumatori annuncia l'intenzione di denunciare il governatore della Puglia all'Antitrust nel caso in cui la Regione decida di impugnare la norma che liberalizza l'apertura dei negozi

Il Codacons pronto a denunciare all'Antitrust il governatore della Regione Nichi Vendola per la decisione, annunciata in questi giorni dalla Regione, di impugnare davanti alla Corte Costituzionale la norma che prevede la liberalizzazione totale delle aperture dei negozi. L'assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, infatti, si è detta contraria alla norma che, così come impostata attualmente,  sembrerebbe favorire soltanto la grande distribuzione a scapito dei piccoli commercianti.

Ma il ricorso della Regione, secondo il Codacons, rappresenterebbe un tentativo di ostacolare la crescita della libera concorrenza. "Opporsi ad un provvedimento che i consumatori chiedono da 20 anni - si legge nel comunicato del Codacons - è assurdo e dannoso, perché liberalizzare il commercio vuol dire salvare migliaia di negozianti dalla bancarotta, far riprendere l'economia nazionale e offrire maggiori possibilità ai cittadini". Il Codacons - che interverrà dinanzi la Corte Costituzionale a tutela dell'articolo 31 della manovra - ricorda che le mancate liberalizzazioni nel settore del commercio "costano complessivamente ai cittadini ben 8 miliardi di euro: 5,5 miliardi a causa del ritardo nel commercio al dettaglio alimentare, e 2,5 miliardi per il commercio al dettaglio non alimentare". "Ostacolare quindi un incremento della concorrenza in Italia - si legge - è un atteggiamento deplorevole che dimostra come l'interesse dei cittadini non sia mai in cima alle priorità della nostra classe politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberalizzazioni, il Codacons: "Denunceremo Vendola"

BariToday è in caricamento