Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Tredici dipendenti Saicaf verso il licenziamento, vertice al Ministero del Lavoro per la cassa integrazione straordinaria

A darne notizia sono le organizzazioni sindacali, convocate domani al Ministero del Lavoro per esaminare la richiesta di ricorso alla cassa integrazione straordinaria per i lavoratori, in seguito alla decisione dell'azienda di dismettere reparto produttivo e magazzino

Dopo l'annuncio dell'avvio delle procedure di licenziamento, resta ancora incerto il futuro di 13 dipendenti Saicaf, rimasti senza lavoro in seguito alla dimissione, da parte dell'azienda, del reparto produttivo e magazzino.

Domani, 14 gennaio, annuncia Uila Puglia in una nota, è indetto un vertice al Ministro del Lavoro, a Roma, per esaminare la richiesta di ricorso alla cassa integrazione straordinaria (Cigs) presentato dai sindacati.

"Ricordiamo - scrive Uila Puglia in una nota - che con una comunicazione ufficiale datata lunedì 9 dicembre, avente ad oggetto: “Licenziamento collettivo per cessazione del ramo produttivo per la società S.A.I.CAF. S.P.A"., la società di torrefazione barese aveva formalizzato la cessazione del rapporto di lavoro motivata con la dismissione del ramo industriale dedicato alla produzione del caffè  e la conseguente chiusura del sito produttivo di via Amendola. Il 16 dicembre con la sottoscrizione del mancato accordo con le organizzazioni sindacali in Regione, si è attivata la conseguente richiesta di ricorso agli ammortizzatori sociali il cui esito verrà definito nel corso del tavolo di domani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredici dipendenti Saicaf verso il licenziamento, vertice al Ministero del Lavoro per la cassa integrazione straordinaria

BariToday è in caricamento