Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia

Maltempo, l'allarme di Coldiretti: danni per 20 milioni di euro

Ortaggi distrutti dalla neve, danni alle attrezzatture e mancati guadagni per il settore ittico, allevamenti isolati: la Coldiretti fa la conta dei danni provocati dal maltempo in Puglia e chiede la dichiarazione dello stato di calamità naturale

Mentre l'emergenza maltempo in Puglia va lentamente rientrando - anche se un nuovo peggioramento è previsto per il fine settimana - agricoltori e allevatori cominciano a fare la conta dei danni. Circa 20 milioni di euro, secondo la Coldiretti, che ha chiesto la dichiarazione di Stato di calamità naturale.

Tra i danni maggiori provocati dal maltempo, la distruzione di circa il 50% degli ortaggi di stagione: cavoli, verze, cicorie, carciofi, radicchio e broccoli rimsati sui campi perchè,  spiega la Coldiretti, i collegamenti interrotti hanno determinato l'impossibilità di trasporto della merce. Un ennesimo duro colpo per i coltivatori diretti, che già avevano denunciato i forti danni subiti in seguito alla protesta degli autotrasportatori e al blocco dei tir.

Ma non sono soltanto gli agricoltori a lamentare danni e perdite legati al maltempo:  i produttori del settore ittico e dell'acquicoltura denunciano danni alle strutture a causa delle fortissime mareggiate, e mancati guadagni derivanti dal'impossibilità di uscire in mare, mentre anche nel settore allevamento i contraccolpi negativi dell'ondata di gelo non sono mancati. Soprattutto nella Murgia, secondo quanto riferito da Coldiretti, decine di stalle sono rimaste isolate con il rischio di rimanere senza acqua e cibo per le difficoltà di garantire l'approvvigionamento dei mangimi e per i danni provocati dal gelo alle condutture che portano l'acqua agli abbeveratoi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, l'allarme di Coldiretti: danni per 20 milioni di euro

BariToday è in caricamento