rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Economia

Mancato rinnovo del contratto e trattativa bloccata, addetti della vigilanza privata in stato di agitazione

Oltre 5mila gli operatori coinvolti in Puglia. I sindacati Fisascat Cisl - Filcams Cgil - Uiltucs Uil Puglia: "La mobilitazione va avanti"

Non si ferma in Puglia la mobilitazione degli addetti alla vigilanza privata e servizi di sicurezza, il cui contratto nazionale è scaduto da oltre sei anni. In Puglia i sindacati Fisascat Cisl - Filcams Cgil - Uiltucs Uil Puglia hanno indetto lo stato di agitazione per gli oltre 5mila operatori in attesa del rinnovo del contratto di categoria. 

"Dopo lo sciopero nazionale, constatiamo che in questi mesi non si è verificata la ripresa della trattativa", riferiscono i sindacati evidenziando che "lo scorso 28 luglio le associazioni datoriali hanno indicato alle segreterie nazionali la data del 5 settembre come giorno da cui far riprendere la trattativa ma è inaccettabile a causa dello stato di difficoltà delle lavoratrici e dei lavoratori costretti a salari non aggiornati da diversi anni e divenuti insostenibili a seguito degli alti tassi di inflazione registrati". 

"La costituzione di una nuova associazione datoriale, comunicata a mezzo stampa a poche ore dalla ripresa del negoziato, rappresenta un elemento di preoccupazione per un settore in cui la rappresentatività datoriale evidenzia da tempo una frammentazione eccessiva e l'incapacità di realizzare una sintesi positiva per le relazioni sindacali - proseguono le organizzazioni sindacali - Il mancato adeguamento del salario dei lavoratori e delle lavoratrici costituisce un elemento di estrema gravità".

 "A partire dai prossimi giorni, saranno programmate ulteriori iniziative, su tutto il territorio pugliese secondo le modalità che saranno definite in collaborazione con le strutture territoriali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil", concludono.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancato rinnovo del contratto e trattativa bloccata, addetti della vigilanza privata in stato di agitazione

BariToday è in caricamento