menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal 18 maggio il ritorno dei mercati settimanali a Bari? Incontro tra operatori e Comune: "Rispettare norme anti contagio"

E' quanto emerso dall'incontro in videoconferenza tra il sindaco Antonio Decaro, l'assessore cittadino al Commercio; Carla Palone e i rappresentanti delle associazioni di categoria del territorio

Il 18 maggio potrebbero ripartire i mercati settimanali di merci varie della città di Bari: è quanto emerso dall'incontro in videoconferenza tra il sindaco Antonio Decaro, l'assessore cittadino al Commercio; Carla Palone e i rappresentanti delle associazioni di categoria del territorio tra cui Goia Puglia, Confcommercio, CasAmbulanti, Unionecommercio Puglia, Fesica, Ugl, Fivag Cisl, Cna. Per ripartire, però, bisognerà rispettare le norme che consentano di evitare il contagio, 'riscrivendo' le attività all'interno di alcuni mercati non circoscritti e non perimetrati. L'assessore Palone ha invitato i rappresentanti a tenersi pronti in qualsiasi momento per incontri operativi e tematici.

"A Bari  - spiega Savino Montaruli, presidente di UniPuglia -si continua a svolgere un intenso lavoro per la ripartenza dei mercati. Dal 18 maggio prossimo toccherà anche al settore non alimentare. Un lavoro delicatissimo anche perché investe la sfera applicativa della vigente legge regionale cioè il Codice del Commercio che in taluni casi non prevede deroghe così specifiche e profonde". Montaruli invita il Comune a "tenerne conto superando gli ostacoli avvalendosi ancora delle nostre competenze tecniche e del nostro supporto che anche a Bari non abbiamo mai fatto venir meno. Ringrazio tutti i colleghi che hanno preso parte alla videoconferenza ed anche il sindaco di Bari Antonio Decaro per la sua sensibilità. In tale circostanza ho altresì espresso soddisfazione per la soluzione condivisa che è stata adottata per il mercato di via Pitagora, al rione Japigia, in quanto quelle decine di operatori del settore alimentare non potevano continuare a subire quella discriminazione che li ha visti fermi per quasi due mesi. A tal proposito ringrazio tutti coloro che sono intervenuti dopo la nostra nota concordata con Operatori di quel mercato, che di fatto ha sbloccato la situazione ingessata” ha concluso Montaruli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento