Economia

Mercato immobiliare: calano i prezzi in Puglia, ma Bari resta la provincia più cara

I dati di un'indagine condotta da Gruppo Immobiliare.it e relativa al secondo semestre 2012/inizio 2013. I prezzi degli immobili costano scendono del 6,5%, ma Bari resta la provincia in cui comprare casa costa di più

Continuano a scendere i prezzi di vendita degli immobili in Puglia, anche se restano forti le differenze da provincia a provincia. A fornire il quadro del mercato immobiliare nella nostra regione è un'indagine condotta dal Gruppo Immobiliare.it. Lo studio prende in considerazione i prezzi nell'ultimo semestre del 2012  e il primo trimestre 2013.

Nel complesso i prezzi sono calati del 6,5% nel periodo preso in considerazione, ma con una situazione piuttosto diversificata a seconda delle province. "La flessione dei prezzi è stata comune su tutto il territorio – dichiara Guido Lodigiani, Direttore Corporate e Ufficio Studi di Gruppo Immobiliare.it – ma nella provincia di Foggia, che pure ha registrato una buona frenata nel secondo semestre, la contrazione annuale è stata quasi doppia rispetto alla media regionale, arrivando al 11,6% su base annua".

Ma se a Foggia i prezzi registrano un brusco calo, a Bari scendono ma non troppo. La nostra resta infatti la città pugliese in cui comprare casa è più caro, segnando un -5,2% (contro il 6,5% regionale) in un anno, calo registrato soprattutto nel secondo semestre.

Traducendo le percentuali in prezzi, a febbraio 2013 il costo medio di vendita di un immobile nella Regione si è assestato a 1.974 euro al metro quadro; tra le singole province, resta sempre più cara Bari (prezzo medio al metro quadro pari a 2.662 euro), seguita a lunga distanza da Foggia (1.682 euro), Lecce (1.546 euro), Taranto (1.393 euro) e, infine, dalla provincia di Brindisi (1.364 euro).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare: calano i prezzi in Puglia, ma Bari resta la provincia più cara

BariToday è in caricamento