Economia

Migliori Stufe domestiche 2018 secondo GuidaAcquisti.net

Anche quest’anno la redazione di GuidaAcquisti.net, rivista specializzata in elettrodomestici e stufe, ha classificato e recensito le migliori stufe per la casa sul mercato.

Come scegliere una stufa domestica?

Per riscaldare l’ambiente domestico, oltre al classico sistema termodinamico basato su termosifoni o riscaldamento a pavimento è possibile acquistare una o più stufe.

Le stufe portatili sono valide per riscaldare ambienti domestici inferiori ai 30 mq. Le stufa fisse invece possono essere utilizzate per ambienti più grandi, o addirittura per tutta la casa come per le termostufe a pellet idro.

Secondo la rivista specializzata in stufe domestiche GuidaAcquisti.net i modelli portatili sono diversi e semplici da usare, termoconvettori e termoventilatori sono modelli elettrici a convezione che emettono calore per mezzo di una resistenza elettrica fino ad un massimo di 2000 watt.

I termoventilatori presentano una ventola che ne disperde il calore, esistono di diverse dimensioni e possono essere utili solo in ambienti piccoli, mentre i termoconvettori elettrici sono più potenti e silenziosi.

Adatti per un uso prolungato, diffondono il calore attraverso una griglia posta sulla parte superiore dell’elettrodomestico. Prestazioni superiori sono ottenute anche utilizzando i radiatori elettrici ad olio. Questi elettrodomestici raggiungono potenze più elevate e forniscono un calore più costante ed uniforme.

Le stufe alogene emettono calore per irraggiamento fino ad un massimo di 1500 watt, utilizzando i raggi infrarossi. Semplici, economiche e sicure hanno una resa piuttosto contenuta.

Le stufe a gas sono capaci di garantire ottime rese, sono facili da trasportare e hanno adeguati standard di sicurezza che le rendono una valida alternativa ai modelli elettrici.

Simili alle stufe a gas, quelle a gasolio sono più contenute nelle dimensioni, facili da trasportare e hanno un’eccellente capacità termica ma sono più costose per via del combustibile.

Secondo Andrea Pilotti, esperto SEO e appassionato di tecnologia: “In linea generale stufe elettriche e radiatori ad olio hanno prezzi contenuti ma sono limitati nelle prestazioni e possono incidere notevolmente nella bolletta energetica presentando un consumo medio di 0,7€/ora.

Diverso il discorso delle stufe a gas e a gasolio, lievemente più costose presentano una gestione meno onerosa delle spese per il riscaldamento. Le stufe a pellet hanno un’elevata resa e sono adatte per gestire facilmente impianti di riscaldamento domestici con costi di gestione annui molto contenuti rispetto a un impianto tradizionale che possono partire dai 400€ e superare i 1000 € a seconda delle ore di accensione e della grandezza dell'abitazione.

Dove trovare la Classifica delle migliori stufe 2018

Per leggere la classifica delle migliori stufe domestiche ti consigliamo di cercare su Google: Migliori stufe GuidaAcquisti.net

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliori Stufe domestiche 2018 secondo GuidaAcquisti.net

BariToday è in caricamento