Mobilitazione precari sanità

Il sindacato FSI-USAE il 30 marzo davanti la presidenza della Regione Puglia per chiedere la stabilizzazione dei precari e le assunzioni dal concorso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La FSI-USAE negli incontri tenuti in assessorato ha sempre ribadito la necessità di fare chiarezza sui precari della sanità pugliese. Ancora il 2 marzo scorso abbiamo scritto senza riscontro al Presidente Emiliano e al Direttore del Dipartimento Salute Ruscitti, sollecitando l’avvio delle procedure di assunzione per quei lavoratori che hanno maturato i requisiti previsti dal “DPCM” , dal “decreto Madia” e per quanti hanno superato il concorso per infermieri della ASL Bari. Le linee guida e le procedure da attivare sono state ampiamente discusse nelle riunioni precedenti, ma allo stato vi è uno stallo totale. Il fenomeno del precariato, che la politica ha determinato in questi anni, non può continuare ad essere un problema dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali. Nel frattempo, la sanità pugliese annaspa per la carenza degli organici e anche questo è un problema a cui la politica regionale deve rispondere. Ritenendo di non poter tollerare oltre la lentezza della politica, la FSI-USAE si mobilita e chiama a raccolta i lavoratori interessati per manifestare nella mattinata del 30 marzo davanti alla sede della presidenza della giunta, tutti insieme per reclamare il diritto al lavoro stabile e ad una sanità migliore per i cittadini.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento