Mobilitazione unitaria vertenza sanità e welfare venerdì 29 giugno alle ore 10.00 davanti alla Prefettura Bari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

In seguito alle continue e crescenti criticità che registriamo sui temi della Salute e del Welfare che stanno sempre più pregiudicando il diritto alle cure e all’accesso alle prestazioni sociali da parte dei cittadini pugliesi , e vista l’inefficacia delle azioni e delle risposte da parte del Presidente nonchè assessore alla Sanità della regione Puglia Michele Emiliano, CGIL, CISL, UIL PUGLIA hanno deciso una serie di iniziative in tutti i territori a partire dal 29 giugno, che coinvolgerà tutte le province pugliesi. Una mobilitazione a cui sono invitati a partecipare cittadini, lavoratori della sanità e dei servizi socio sanitari, dirigenti CGIL, CISL e UIL, che ha lo scopo di animare la protesta in tutte le province pugliesi per raccontare del collasso verso cui sta scivolando il nostro sistema sanitario e del welfare. La CGIL, CISL,UIL Bari, a difesa del diritto alla “SALUTE” dei cittadini pugliesi e, per dire NO ad un Sistema Sanitario e di Welfare Pubblico “povero per i poveri”, per scongiurare la deriva a cui rischiano di condannarci le scelte inique del Governo Regionale e dei Governi Nazionali succedutisi con il progressivo definanziamento della spesa e l’introduzione dei super ticket, che sta portando tanti cittadini a rinunciare alle cure, venerdì 29 giugno alle ore 10, con il “ SANITÀ end WELFARE DAY” dinanzi alla Prefettura di Bari in Piazza Libertà, daranno vita al “massive flash mob” .

Torna su
BariToday è in caricamento