menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No ai trasferimenti da Modugno a Lecce", Usb annuncia sciopero per la vertenza Transcom

Previsto un sit-in davanti alla sede del Consiglio regionale "per chiedere con forza al Presidente Emiliano un decisivo intervento sulla società, che continua ad avere finanziamenti pubblici"

No ai trasferimenti di dipendenti Transcom da Bari-Modugno alla sede di Lecce. Ad annunciare uno sciopero, con sit-in davanti alla sede del Consiglio regionale, è il sindacato Usb.

"Sindacati confederali e direzione aziendale perseverano nel sottoscrivere accordi, sulla pelle dei Lavoratori, senza che gli stessi siano coinvolti - scive il sindacato in una nota - La direzione aziendale e i sindacati "ignorano" che su questa vertenza i Lavoratori sostenuti dall'USB ed i propri legali hanno avviato un ricorso al Tribunale del Lavoro ed il prossimo 2 ottobre ci sarà la prima udienza. E' evidente il tentativo dell'azienda di arrivare davanti ai giudici del lavoro con verbali sottoscritti da sindacati accondiscendenti ma, è bene ricordare che quei sindacati non hanno ricevuto alcuna delega dai Lavoratori coinvolti, i quali, invece, hanno dato mandato alla Unione Sindacale di Base, sistematicamente esclusa da ogni trattativa. Per questi motivi, il giorno 20 settembre si terrà lo sciopero contro la direzione aziendale e i sindacati cosiddetti confederali con un sit-in dinanzi alla sede del Consiglio della Regione Puglia, per chiedere con forza al Presidente Emiliano un decisivo intervento sulla società Transcom che, si ribadisce, continua ad avere finanziamenti pubblici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento