rotate-mobile
Economia

Zona Economica Speciale 'Adriatica', nasce un nuovo 'polo industriale' nel Barese

Il Commissario straordinario del Governo, Manlio Guadagnuolo, ha firmato l'autorizzazione per la creazione di un insediamento produttivo comprendente otto start-up, nell'area fra Bitonto e Modugno. Nella Zes, saranno applicate semplificazioni amministrative e agevolazioni fiscali

La prima autorizzazione unica della Zes (Zona Economica Speciale) 'Adriatica interregionale Puglia-Molise' è stata firmata e rilasciata lo scorso fine settimana dal Commissario straordinario del Governo, Manlio Guadagnolo: riguarda la realizzazione, in provincia di Bari, di un insediamento produttivo di una holding, comprendente otto start-up innovative, nell'ambito delle tecnologie nella scienza dei materiali, food-health, biomaterials, environment ed energy. 

Gli immobili industriali e gli uffici, per un complessivo investimento iniziale di circa otto milioni di euro e una ricaduta occupazionale di oltre 100 unità, secondo quanto riportato dall'Ansa, saranno realizzati nell'area fra i territori comunali di Bitonto e Modugno, in un tempo previsto di 24 mesi. Nella Zes Adriatica saranno applicate semplificazioni amministrative. Sono previste, inoltre, importanti agevolazioni fiscali, tra cui il credito d'imposta a valere sull'intero valore dell'investimento effettuato, compreso l'acquisto degli immobili destinati all'attività produttiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona Economica Speciale 'Adriatica', nasce un nuovo 'polo industriale' nel Barese

BariToday è in caricamento