Giovedì, 5 Agosto 2021
Economia

Olio extra vergine barese, cala la produzione ma la qualità migliora

Le previsioni dell'Assoproli Bari per l'annata 2012/2013. La minore produzione di olive e olio (circa il 30-40% in meno) dovuta principalmente ai prolungati periodi di siccità

Un calo produttivo del 30-40% a fronte della buona qualità per le produzione olivicolo-olearie nelle province di Bari e Barletta Andria Trani. Le previsioni produttive 2012-2013 realizzate da Assoproli Bari attribuiscono la minore produzione di olive e olio principalmente ai prolungati periodi di siccità che hanno caratterizzato la stagione estiva e non solo.

La buona e in alcuni casi ottima qualità sono frutto di una sostanzialmente buona fioritura, di condizioni climatiche che, nonostante il perdurare della siccità, si sono giovate di piogge settembrine, dall'assenza di parassiti grazie alle alte temperature, che contribuiscono a tenere bassa la pressione dei maggiori fitofagi (mosca olearia). "La qualità finale di un olio extra vergine di oliva - spiega il presidente di Assoproli Bari, Francesco Guglielmi - è comunque nelle mani degli olivicoltori e dei frantoiani: periodo e tecniche di raccolta, modalità di conservazione delle olive, tempi di stoccaggio e metodologie estrattive sono decisivi".

La stima fatta rispetto alla campagna 2011-2012 (da considerarsi veramente eccezionale dal punto di vista quantitativo) vede nella zona di Castel del Monte (Andria, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, San Ferdinando di Puglia) una produzione media che segna il -30%; nella zona del litorale settentrionale (Barletta, Bisceglie, Giovinazzo, Margherita di Savoia, Molfetta, Trani, Trinitapoli) una produzione media del -25%; in quella di Bitonto (Binetto, Bitetto, Bitritto, Modugno, Palo del Colle, Terlizzi) una produzione media del -35%; nell'entroterra barese (Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Cassano delle Murge, Grumo Appula, Sanmmichele di Bari, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle, Toritto) una produzione media del -40%; nel Sud barese (Castellana Grotte, Capurso, Conversano, Mola di Bari, Monopoli, Polignano a Mare, Triggiano, Valenzano) una produzione media del -45%. Le previsioni più analitiche sono disponibili sul sito www.assoproli.it.

(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olio extra vergine barese, cala la produzione ma la qualità migliora

BariToday è in caricamento