Economia

OM, va a segno il blitz dell'azienda: un camion lascia lo stabilimento

Il 'colpo' nella notte. Aggirato il presidio degli operai. Il mezzo, bloccato da alcuni giorni nel parcheggio della fabbrica, è uscito da un cancello posteriore: portato via un carico di pezzi di ricambio

E' accaduto tutto nel giro di un'ora, nel cuore della notte. Intorno alle 4 alcuni vigilantes inviati dall'azienda hanno rotto i lucchetti che bloccavano l'ingresso posteriore dello stabilimento OM di Modugno, lasciando uscire un camion che da alcuni giorni si trovava nel parcheggio dello stabilimento, bloccato dal presidio degli operai. E proprio gli operai che si trovavano davanti al cancello principale, non appena si sono accorti di quello che stava avvenendo, hanno dato l'allarme, facendo arrivare sul posto 'i rinforzi' dei loro colleghi. Ma il tir si era ormai allontanato.

Così, dopo settimane di tentativi andati a vuoto, la Kion è riuscita nel suo intento di portare via della merce che ancora si trova all'interno dello stabilimento, chiuso ormai da due anni. Intento riuscito solo in parte, però, perchè il camion avrebbe portato via solo sedili e di pezzi di ricambio, ma non il carico più prezioso, ovvero i 250 carrelli già assemblati che rappresentano per gli ex dipendenti l'unico strumento per poter ancora trattare con l'azienda.

Nell'ultimo incontro al Ministero dello Sviluppo economico, tuttavia, la multinazionale tedesca si è mostrata poco disponibile alla trattativa, ritirando la disponibilità, data in precedenza, a lasciar entrare nello stabilimento eventuali investitori. Dal canto loro, i lavoratori si dicono pronti a mettere in atto nuove forme di protesta, finché non otterranno dall'azienda risposte chiare sul loro futuro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

OM, va a segno il blitz dell'azienda: un camion lascia lo stabilimento

BariToday è in caricamento