Economia

Vertenza Om Carrelli, nuovo vertice a Roma: l'azienda cerca compratori

Ieri al Ministero dello Sviluppo economico sindacati e istituzioni locali hanno incontrato l'amministratore delegato del gruppo Kion, Gordon Fiske. Pur ribadendo la volontà di chiudere lo stabilimento modugnese, la società si è impegnata a trovare un nuovo compratore

Lo stabilimento dell'Om Carrelli a Modugno

La Kion cerca nuovi acquirenti per lo stabilimento OM di Modugno: è questa la principale novità, in realtà già anticipata ai sindacati nell'ultimo incontro di agosto, relativa alla vertenza che dall'inizio di luglio vede più di trecento lavoratori dell'azienda a rischio licenziamento. Nel vertice tenutosi ieri presso il Ministero dello Sviluppo economico a Roma, sindacati e istituzioni locali hanno incontrato l'amministratore delegato del gruppo Kion, Gordon Fiske. Pur ribadendo l'intenzione di abbandonare lo stabilimento pugliese, Fiske ha assicurato che la società non lascerà Modugno fino all'arrivo di un nuovo acquirente con il quale avviare un progetto di reindustrializzazione dello stabilimento. Un incarico, quello di trovare nuovi compratori, che la Kion ha affidato alla società di scouting Sofit, presente all'incontro di ieri a Roma. Per il momento, però, non ci sarebbe ancora nessun possibile acquirente. Nel frattempo l'azienda assicura che continuerà la produzione, sebbene con gli accordi di cassa integrazione definiti nei mesi scorsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Om Carrelli, nuovo vertice a Roma: l'azienda cerca compratori

BariToday è in caricamento