menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

OM Carrelli, istituito tavolo istituzionale per la riconversione

Ne fanno parte Regione, Città metropolitana, consorzio Asi e Comuni di Bari e Modugno: si tratta di un ulteriore passaggio per realizzare la reidustrializzazione del sito con l'insediamento del fondo americano Lcv

Un tavolo di coordinamento istituzionale per monitorare e accompagnare il processo di riconversione dello stabilimento OM di Modugno. Il tavolo, composto da Regione Puglia, Città metropolitana di Bari, i comuni di Bari e Modugno, il consorzio ASI di Bari e la società OM Carrelli Elevatori spa, si è insediato oggi.

Si tratta, spiega una nota della Regione Puglia, di "un passaggio fondamentale per consentire alle istituzioni di accompagnare nel migliore dei modi il processo che già vede una realtà imprenditoriale americana interessata alla riconversione funzionale e occupazionale del compendio immobiliare della OM carrelli. L’obiettivo, come sancito dal protocollo di intesa, è dare impulso al processo di reindustrializzazione del sito e al riallocamento dei 194 lavoratori ex OM offrendo un pacchetto di facilitazioni pubbliche che renda sufficientemente attrattivo per la nuova impresa l’insediamento".

"Faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità – dichiara nel comunicato il presidente della regione Puglia Michele Emiliano – per creare le migliori condizioni per attrarre e coinvolgere nuove imprese nel progetto di riconversione della OM. A tal fine il tavolo di coordinamento insediato oggi è un passo necessario, perché chi decide di investire in Puglia in questo progetto deve sapere che avrà al suo fianco compatta tutta la nostra rete istituzionale. Abbiamo già iniziato al tavolo ministeriale la trattativa per il nuovo insediamento, dimostrando a investitori e Governo l’unitarietà d’intenti che arriva dal territorio". "I partecipanti al tavolo – annuncia l’assessore alle Attività produttive Loredana Capone - hanno convenuto la necessità di avviare al più presto quanto previsto dal protocollo d’intesa dello scorso 13 marzo, specie per quanto riguarda gli obiettivi occupazionali e per l’acquisizione dell’area".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento