Economia

Vertenza OM Carrelli, a settembre nuovo incontro azienda-sindacati

Dopo l'incontro di ieri al Ministero dello Sviluppo economico, il tavolo OM tornerà a riunirsi a settembre per discutere del futuro dello stabilimento di Modugno

La discussione sul futuro dello stabilimento modugnese dell'OM riprenderà a settembre. Ieri rappresentanti sindacali ed aziendali, insieme ai sindaci di Bari e Modugno e all'assessore regionale al welfare Elena Gentile, si sono incontrati a Roma presso la sede del Ministero dello Sviluppo economico.

Un incontro che è stato definito dall'assessore Gentile un passo in avanti importante. “La capacità di difendere sempre e comunque i diritti dei lavoratori - ha dichiarato l'assessore al termine dell'incontro - ha sortito il risultato sperato: la rinuncia, da parte dell'azienda, a sostenere ulteriormente le scelte unilaterali che erano state assunte nelle ultime settimane”.

Di fatto però la discussione sul futuro dei 320 dipendenti delllo stabilimento è stata rimandata a settembre. Dopo le vacanze infatti sarà convocato un nuovo tavolo di confronto tra sindacati, istituzioni e rappresentanti della Kion (la società multinazionale che gestisce lo stabilimento).

Presente all'incontro di ieri anche il sindaco di Bari Michele Emiliano. “La proposta che abbiamo fatto all’azienda OM - ha dichiarato il sindaco - è quella di ritirare immediatamente tutte le iniziative contro i lavoratori ed in particolare fermare la cessione del ramo di azienda che determinerebbe la dismissione della linea produttiva ed il suo spostamento in Germania".  Secondo quanto riferito da Emiliano nel corso del confronto di ieri i rappresentanti del Ministero avrebbero contestato all'azienda una certa "contraddittorietà" nella gestione delle relazioni sindacali. Soltanto ad aprile, infatti, l'azienda aveva concluso con i sindacati un accordo per la cassa integrazione di parte dei lavoratori in cambio di un rilancio produttivo dello stabilimento. Possibilità che invece adesso i vertici aziendali escludono a priori, ribadendo, come già fatto durante la riunione della Task Force regionale lo scorso 15 luglio, l'impossibilità di salvare l'impianto da una cronica crisi produttiva.

Intanto nel primo pomeriggio i rappresentanti sindacali dovrebbero incontrare i lavoratori, ormai da un mese in presidio di protesta permanente davanti alla fabbrica, per fare un resoconto dell'incontro di ieri a Roma.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza OM Carrelli, a settembre nuovo incontro azienda-sindacati

BariToday è in caricamento