rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Economia

Pasqua da tutto esaurito in ristoranti e agriturismi del Barese: "Famiglie ma anche giovani, trend in crescita"

I dati e l'analisi di Vito D'Ingeo, presidente di Confcommercio Bari-Bat: presenze in linea con lo scorso anno che confermano la crescente attrattività del territorio

Sarà una Pasqua da 'tutto esaurito' in ristoranti e agriturismi del Barese e della Bat. Un dato, rileva Confcommercio Bari-Bat, "in linea con il trend nazionale e con le presenze rilevate lo scorso anno, nonostante le aspettative degli imprenditori non siano mai particolarmente positive quando la festività arriva “bassa” in calendario".
 
Tra gli ospiti dei ristoranti - come rilevato a livello nazionale da Fipe Confcommercio - ci saranno per lo più residenti, ma non mancheranno i turisti, tra cui molti italiani (il 35,2% del totale) che in queste festività si sposteranno nelle diverse province della nostra regione. Per l’occasione, saranno in attività l’89,2% dei ristoranti, in leggero aumento rispetto all’anno scorso. Quanto al menù, la maggior parte dei ristoratori (62,2% del totale) proporrà la formula “degustazione” composta da 6 portate ad un prezzo medio di 69 euro, bevande incluse. Il 37,8% offrirà, invece, un menù a la carte. In otto ristoranti su dieci la proposta gastronomica esprime un forte legame con la tradizione e con i prodotti tipici del periodo pasquale.  Tra i primi piatti pasta fresca, declinata principalmente in ravioli o lasagna, e risotti saranno il mainstream della tavola dei ristoranti. Tra i secondi, non mancherà ovviamente l’agnello o il capretto cucinati secondo le tante ricette regionali e, per concludere, oltre ai dolci della tradizione (pastiera, cassata, colomba, uova pasquali), gli ospiti troveranno tanti prodotti tipici regionali, come la bounet o il fiadone, e qualche sorpresa dello chef. Per il lunedì di Pasquetta si prevede una leggera flessione rispetto al 2023, con il 78,1% delle attività che accoglieranno 4,9 milioni di clienti, tra residenti e turisti. Il menù, a differenza del pranzo pasquale, sarà soprattutto a la carte, proposto dal 71,6% dei ristoranti, ad un prezzo medio di 51 euro, per tre piatti bevande escluse. La soluzione “menu degustazione” è quotata 68 euro, bevande incluse. 

“Anche quest’anno - dichiara Vito D’Ingeo, presidente di Confcommercio Bari BAT - registriamo il pienone per i pranzi di Pasqua e Pasquetta con una buona risposta per le strutture della ristorazione nelle province di Bari e Bat.  Il nostro territorio tra mare e campagna, l’arte nelle citta e la cultura è diventato un trend in forte crescita in questi ultimi anni. Le aspettative della ristorazione per le festività pasquali confermano il trend di crescita e la voglia delle famiglie e dei giovani di celebrare la condivisione di un sentimento di comunità intorno alla tavola. Il ristorante resta un punto di riferimento di milioni di persone alla ricerca di benessere, convivialità e qualità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua da tutto esaurito in ristoranti e agriturismi del Barese: "Famiglie ma anche giovani, trend in crescita"

BariToday è in caricamento