rotate-mobile
Economia

Mediocredito approva il piano industriale per Banca Popolare di Bari: "Sarà punto di riferimento nel Sud"

Il gruppo che controlla l'Istituto di credito barese ha delineato gli obiettivi per il periodo 2022-2025: la strategia industriale sarà improntata allo sviluppo del settore retail e dei servizi di 'home banking'

Il nuovo piano industriale approvato da Mediocredito Centrale prevede il posizionamento di Banca Popolare di Bari come istituto di credito retail di riferimento nel Sud Italia. La strategia di mercato, secondo quanto riportato dall'agenzia 'Dire', è stata ratificata dal Consiglio d'Amministrazione del gruppo che controlla la banca barese.

Il programma stilato da Mediocredito Centrale punta a far riconquistare quote di mercato a Banca Popolare di Bari nel periodo 2022-2025 "sugli impieghi rivolti alle famiglie, alle micro, piccole e medie imprese e al Mid Corporate". Un ulteriore obiettivo perseguito dal Piano Industriale è rappresentato dal "consolidamento patrimoniale, per effetto della redditività incrementale attesa in arco piano con un utile al 2025 pari a 56 milioni (rispetto a 34 milioni a regime nel piano precedente) e un Roe del 10%, alla separazione e al superamento definitivo della legacy Banca Popolare di Bari".

La road map include iniziative volte ad accelerare e completare la transizione verso 'daily banking' efficienti (per facilitare le operazioni veloci tramite smartphone) e iniziative finalizzate a consentire il completamento del percorso di piena sostenibilità, con un conseguente un maggior margine industriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mediocredito approva il piano industriale per Banca Popolare di Bari: "Sarà punto di riferimento nel Sud"

BariToday è in caricamento