menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei docenti universitari spiegano il 5G: il prof. Boggia del Politecnico di Bari tra gli autori del testo

Gli studiosi di quattro Università redigono un documento per fare chiarezza sulla nuova tecnologia, tra prospettive di sviluppo e innovazione senza tralasciare le evidenze scientifiche su campi elettromagnetici ed effetti sulla salute

Che cos’è il nuovo sistema di comunicazione cellulare di quinta generazione, denominato, 5G? Come funziona? Le tre più grandi organizzazioni scientifiche nazionali di settore - il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni, il Gruppo Telecomunicazioni e Tecnologie dell’Informazione, la Società Italiana di Elettromagnetismo - hanno condiviso un documento di sintesi esplicativo.

Il testo, “Spieghiamo il 5G”, è stato elaborato da sei autori, docenti universitari di quattro atenei, specializzati nel settore delle telecomunicazioni: Gennaro Boggia, Politecnico di Bari, Luigi Atzori e Giuseppe Mazzarella, Università di Cagliari, Luca Chiaraviglio e Nicola Blefari-Melazzi, Università di Roma “Tor Vergata” e Rita Massa, Università di Napoli “Federico II”. Il report, di 13 pagine, recentemente pubblicato sui rispettivi siti delle tre organizzazioni scientifiche, fornisce in 27 domande, e relative risposte, quanto c’è sa sapere sulla nuova tecnologia, in grado di contribuire allo sviluppo di vari settori, alcuni ancora da esplorare: dalla telemedicina alla gestione di impianti industriali a distanza, alla realtà aumentata, ma anche a dissipare timori, perplessità, sulle relazioni o evidenze scientifiche tra campi elettromagnetici generati dal 5G ed effetti sulla salute.
Ecco il documento completo, pubblicato dal Gruppo Telecomunicazioni e Tecnologie dell'Informazione, GTTI, (https://www.gtti.it/documenti/spieghiamo-il-5g/).

Chi è il prof. Gennaro Boggia

Gennaro Boggia è attualmente professore ordinario in “Telecomunicazioni” presso il Politecnico di Bari, dove insegna, tra gli altri, i corsi di “Reti di Telecomunicazioni” e “Mobile Radio Networks”. È autore di più di 150 articoli scientifici e circa 3900 citazioni totali (fonte Scopus). Ha numerose esperienze di coordinamento di unità di ricerca nell’ambito di progetti di ricerca europei e nazionali. I suoi interessi scientifici includono tra gli altri i campi della sicurezza nelle reti, delle reti wireless e cellulari, dell’IoT. È Associate Editor per le riviste IEEE Commun. Mag., ETT Wiley, Wireless Net. J. Springer. Ricopre il ruolo di Delegato del Rettore per le Telecomunicazioni. È membro della giunta del gruppo GTTI che riunisce tutti i docenti di Telecomunicazioni italiani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento