Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

Crisi Popolare di Bari, parla il presidente della Consob: "Capitale residuo presumibilmente perso"

Le dichiarazioni di Paolo Savona durante un'audizione alla Commissione Finanze della Camera. Il patrimonio netto di 442 milioni presumibilmente perso dopo la crisi. Coinvolti circa 70mila piccoli azionisti

Il patrimonio netto della Banca Popolare di Bari, pari a 442 milioni di euro al 30 giugno dello scorso anno, "si deve presumere che a seguito delle perdite sia stato perso". E' quanto detto da Paolo Savona, presidente della Consob, durante un'audizione alla Commissione Finanze della Camera sul decreto legge per il sostegno alla Banca Popolare di Bari. 

Savona, nelle dichiarazioni riportate dalle agenzie di stampa Dire e AdnKronos, ha spiegato che "si parla di circa 70.000 piccoli azionisti. I bond subordinati sono pari a 291 milioni di euro, tutte le altre obbligazioni sono state già rimborsate. Rimane un passivo di oltre 700 milioni da affrontare". Per esprimere un giudizio sulla popolare, ha precisato il presidente di Consob, "bisogna conoscere il piano di rilancio. Non è solo un problema di salvataggio della banca, ma di rilancio che abbracci le esigenze di tutto il sistema bancario del Sud Italia".

A chi chiedeva perchè la Consob non abbia obiettato su carenze nei prospetti informativi degli aumenti di capitale già nel 2014, Savona ha spiegato che come Consob "non possiamo entrare nei conti" e che i poteri sono limitati dalla legge alla rendicontazione fatta dai revisori. Dall'altra parte la vigilanza della Banca d'Italia "impiega tempo, soprattutto se c'e' una crisi bancaria".

"A questo punto dell'iter legislativo - ha aggiunto ancora Savona - possiamo solo auspicare che il governo e il Parlamento si avvalgano di questa occasione per avviare un esperimento di trasparenza e rendicontazione futura dell'attività della Popolare di Bari o della banca in cui essa confluirà, usando per ogni atto una contabilità criptata e decentrata e algoritmi basati su metodi di intelligenza artificiale" che renderanno "più dinamica l'attività di vigilanza per la Banca d'Italia e la Consob evitando il ripetersi di procedura anomale di concessione del credito". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Popolare di Bari, parla il presidente della Consob: "Capitale residuo presumibilmente perso"

BariToday è in caricamento