Economia

Precariato nella scuola, la protesta della Cgil: "Dal governo solo falsi richiami al merito"

La FLC CGIL annuncia per domani un sit-in di protesta davanti agli uffici dell'ex Provveditorato per "mettere in luce tutti i problemi che investono il personale precario (docente e ATA) della scuola statale"

Un bando di concorso per docenti inutile e costoso, la confusione e la perdita di posti di lavoro create dal passaggio dei docenti inidonei nelle graduatorie ATA, una normativa pensionistica penalizzante, la mancanza del decreto sulle immissioni in ruolo degli ATA. Sono queste, secondo la FLC CGIL, le principali problematiche che affliggono i lavoratori precari della scuola pubblica, che, nonostante "i falsi richiami al merito e ai giovani" continuano ad essere penalizzati dalle scelte di questo governo.


Per denunciare questa situazione il sindacato annuncia per domani 21 settembre, in concomitanza con "il giorno del merito" che i lavoratori della scuola celebrano in tutta Italia, una manifestazione di protesta davanti alla sede dell'ex provveditorato in via Re David. I rappresentanti sindacali  cercheranno anche di incontrare il provveditore Lacoppola per consegnare un documento in cui si elencano le priorità e le richieste del sidnacato affinché vengano modificate alcune delle più gravi distorsioni a danno dei lavoratori della scuola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precariato nella scuola, la protesta della Cgil: "Dal governo solo falsi richiami al merito"

BariToday è in caricamento