'Educare allo sviluppo sostenibile': ricercatrice Uniba vince il 'Premio italiano per la Pedagogia'

Il riconoscimento per il 2018 assegnato a Gabriella Calvano, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Biologia dell’Ateneo barese

C'è anche una ricercatrice barese tra i vincitori del 'Premio Italiano per la Pedagogia 2018'. Gabriella Calvano, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Biologia dell’Ateneo di Bari ha ricevuto il riconoscimento venerdì scorso, presso la Sala del Refettorio di Palazzo Montecitorio.

Il premio è stato assegnato per il lavoro monografico dal titolo “Educare per lo Sviluppo Sostenibile. L’impegno degli Atenei Italiani: esperienze in corso e buone pratiche” edito da Aracne nel 2017. "Il volume, che si propone di ricostruire il cammino che alcune Università del Paese, tra cui l’Università di Bari, stanno compiendo in vista della sostenibilità, vede come curatori della Prefazione nomi prestigiosi quale quello del Magnifico Rettore, prof. Antonio Felice Uricchio, e quello del prof. Stefano Paleari, già Rettore di Bergamo e Presidente della CRUI e attuale Commissario Straordinario del Governo per Alitalia", spiega una nota dell'Università di Bari.  Tra gli elementi sottolineati nella declaratoria di premiazione l’interdisciplinarietà del lavoro e il suo valore di innovazione, "evidenziando come il lavoro della dott.ssa Calvano apra la strada ad un nuovo interessante filone di ricerca in campo pedagogico".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento