Economia

Start up e innovazione, alla Camera di Commercio la presentazione del Premio Marzotto

Il concorso promosso dall'Associazione Progetto Marzotto sarà presentato il prossimo 25 maggio. In palio 450mila euro, suddivisi in tre riconoscimenti, per premiare tre progetti imprenditoriali più innovative e che hanno avuto la migliore ricaduta occupazionale sul territorio

Sarà presentata il prossimo 25 maggio alla Camera di Commercio di Bari l'edizione 2012 del premio "Gaetano Marzotto" per le imprese, promosso dall'Associazione Progetto Marzotto. L'evento, che vedrà la presenza di Matteo Marzotto, sarà anche occasione per invitare media e operatori di settore a discutere sui diversi aspetti legati ai temi dell'innovazione, dello startup, del fare nuova impresa in Italia. Il bando, da poco aperto, dà possibilità di concorrere fino al 30 giugno.

Il Premio, voluto da Giannino Marzotto, e di durata decennale mira a creare una piattaforma dell'innovazione in Italia, "seguendo l'esempio - si sottolinea in una nota - di quanto fece Gaetano Marzotto, nella prima metà del Novecento, riuscendo a coniugare capacità imprenditoriale e visione sociale. All'incontro a Bari, oltre a Matteo Marzotto, parteciperanno, tra gli altri, il presidente della Camera di Commercio, Alessandro Ambrosi, Francesca Cavallini, presidente 'Tice' e vincitrice della prima edizione del premio, Mario Citelli, amministratore delegato Neon. Obiettivo delll'iniziativa - si ricorda nella nota - è "individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, in primis occupazionali, rivolgendosi alle realtà più 'giovani' e vivaci del Paese".

Il concorso è articolato in tre riconoscimenti (450.000 euro complessivi). Il primo è il Premio impresa del futuro (250.000 euro) al miglior progetto imprenditoriale "con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali". Settori di intervento preferibili, quelli di riferimento per il Made in Italy: moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa, arredamento e ambiente. Il secondo riconoscimento è il Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro): va al miglior progetto imprenditoriale "con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali e culturali". Settori di intervento, quelli del terzo settore e dei servizi culturali, sociali, alla persona, all'ambiente. Il terzo riconoscimento (premi 'Dall'idea all'impresà) prevede in tutto 100.000 euro alle tre idee di fare impresa più innovative, rispetto alle quali si offre un periodo di residenza all'interno degli incubatori d'impresa H-Farm, M31 e SeedLab, con programmi seed dedicati, percorsi di formazione, tutoring e mentoring, per trasformare le idee in impresa. Riservato a giovani di età massima 35 anni, questo premio non verrà corrisposto in denaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Start up e innovazione, alla Camera di Commercio la presentazione del Premio Marzotto

BariToday è in caricamento