Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Primo Maggio, l'appello dei sindacati: "Affrontare le emergenze del lavoro"

I segretari regionali di Cgil, Cisl, Uil: "Le istituzioni si impegnino per restituire rispettabilità al lavoro". Questa mattina l'assessore Caroli con gli operai in presidio davanti ai cancelli dell'Om

Una situazione drammatica, a livello sia nazionale che regionale, sulla quale occorre riflettere soprattutto nel giorno della Festa dei lavoratori. In una nota congiunta i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil - Gianni Forte, Giulio Colecchia ed Aldo Pugliese - lanciano un appello chiedendo "uno sforzo collettivo, che coinvolga istituzioni e parti sociali, per restituire rispettabilità al lavoro".

"E' sintomatico - scrivono i segretari regionali - che il nuovo Governo nazionale abbia posto l'occupazione in cima alle prospettive programmatiche per il prossimo futuro. L'impegno del sindacato è di verificare che non restino solo intenzioni, ma che si tramutino in misure concrete per instaurare le prerogative corrette per un cammino all'insegna dello sviluppo e di una costante garanzia per il reddito, specialmente per le classi sociali più in difficoltà". "Affinché ciò accada, però - continuano i tre segretari - bisogna affrontare le gravi emergenze sociali, creare nuova occupazione, finanziare gli ammortizzatori sociali, risolvere il problema degli esodati, porre le basi per interventi mirati e decisi contro l'illegalità ed il lavoro sommerso, che soprattutto nel Mezzogiorno rappresentano ancora una triste realtà che mina l'integrità del tessuto occupazionale".

L'appello dei sindacati giunge in un momento particolarmente complesso per realtà economica barese, che vede aperte due importanti vertenze, quella della Bridgestone e quella dell'Om Carrelli. E proprio per manifestare solidarietà agli operai dell'Om, questa mattina l'assessore regionale al Lavoro Caroli sarà davanti ai cancelli della fabbrica insieme ai lavoratori.  "Quella della Om è una vertenza emblematica per l’incertezza sulle prospettive", ha sottolineato l’assessore Caroli. Proprio in questi giorni, infatti, le trattative per la cessione dello stabilimento alla Frazer Nash hanno subito uno stop, con l'azienda inglese che ha cancellato l'incontro che avrebbe dovuto sancire la definitiva acquisizione della fabbrica modugnese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio, l'appello dei sindacati: "Affrontare le emergenze del lavoro"

BariToday è in caricamento