Problematiche legate all’applicazione del ‘silenzio assenso’ al permesso di costruire, convegno Ance a Bari

Se ne parla mercoledì in un incontro promosso dai 'Giovani imprenditori' di ANCE Bari e BAT e dall'Associazione Giovani Avvocati Amministrativisti (A.G.AMM.) - Sezione di Bari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Un confronto tra operatori e professionisti del settore ed esperti della materia per approfondire le problematiche legate all'applicazione dell'istituto del 'silenzio assenso' introdotto nell'ambito del procedimento per il rilascio del permesso di costruire con i DL nn. 70/2011 e 83/2012.

Sarà questo il tema al centro del seminario ' Silenzio - assenso e permesso di costruire: storia di una semplificazione complessa' organizzato dal gruppo 'Giovani imprenditori' di ANCE Bari e BAT e dall'Associazione Giovani Avvocati Amministrativisti (A.G.AMM.) che si terrà mercoledì alle 18 al Palace Hotel di Bari.

Dopo i saluti del presidente del T.A.R. Puglia - Sezione di Bari Corrado Allegretta, del presidente dei 'Giovani Imprenditori' di ANCE Bari e BAT Luigi De Santis e dell'avvocato amministrativista e referente dell'A.G.AMM. - Sezione di Bari Alessandra Casamassima interverranno all'incontro: il direttore della ripartizione Urbanistica ed edilizia privata del Comune di Bari Anna Maria Curcuruto, l'avvocato amministrativista Carmine Rucireta, il sostituto procuratore della Procura di Trani Michele Ruggiero e il presidente di ANCE Bari e BAT Domenico De Bartolomeo. Modera il presidente emerito della Sez. III del T.A.R. Puglia - Sezione di Bari, Pietro Morea.

Durante l'incontro verranno esaminati gli effetti dell'applicazione dell'istituto del 'silenzio assenso' sui procedimenti per il rilascio del titolo edilizio, con particolare attenzione alle implicazioni possibili in sede penale e amministrativa e agli strumenti di prevenzione e di tutela azionabili in sede giurisdizionale.

La partecipazione attribuirà crediti formativi per l'Ordine degli Avvocati di Bari e per l'Ordine degli Architetti di Bari.

Torna su
BariToday è in caricamento