Sabato, 19 Giugno 2021
Economia

Scuola, addetti alle pulizie pronti allo sciopero: "Si apra un tavolo per le internalizzazioni"

Ieri una delegazione di lavoratori exLSU-ATA dell'USB Puglia ha incontrato il segretario regionale del PD Emiliano per chiedere la questione vena affrontata al più presto dal governo. Annunciata intanto una mobilitazione a livello nazionale per lunedì 3 marzo

Un sit-in dei lavoratori - foto dalla pagina Usb Puglia

La protesta dei lavoratori ex Lsu/Ata (addetti alle pulizie nelle scuole) non si ferma. Dopo i sit-in organizzati nelle scorse settimane, anche davanti alla sede del Consiglio regionale, i lavoratori, guidati dall'Usb Puglia, ieri sono stati ricevuti da Michele Emiliano, in qualità di segretario regionale del Pd.

Al centro dell'incontro, l’emendamento proposto dal PD che prevedeva una proroga dei servizi affidati ai lavoratori fino al 31 marzo, ma che è stato respinto dal Senato. Una proroga che, in ogni caso - spiega l'Usb in una nota - non avrebbe risolto la situazione dei lavoratori, ma il cui respingimento rende ancora più complicata la situazione.

A inizio gennaio, infatti, la ditta vincitrice dell'appalto ha ottenuto risorse aggiuntive per prorogare i servizi fino al 28 febbraio, ma senza la nuova proroga "dal 1° Marzo questi Lavoratori, che oggi lavorano e vivono con 800 euro al mese - sottolinea l'Usb - si troveranno con un taglio del 50% delle ore e quindi dello stipendio (si parla di 15/18 ore settimanali con una paga di 400 euro ca.)".

Al Segretario del PD Emiliano "i lavoratori hanno chiesto di impegnarsi in prima persona interessando i Deputati del suo partito affinché si sblocchi la situazione e si apra, realmente, un tavolo su cui discutere di internalizzazione e non di tagli o, peggio, di “regali” alle Cooperative e Dittarelle che oggi fanno solo intermediazione di manodopera. Emiliano ha, da subito, contattato i Deputati pugliesi del suo partito per “invitarli” a presentare, in breve termine, una proroga e per chiedere al “nuovo” Ministro dell’Istruzione di convocare quanto prima le Organizzazioni Sindacali a partire dall’USB".

Intanto per lunedì 3 marzo l'Usb annuncia una giornata di sciopero nazionale. In tutta Puglia, i lavoratori coinvolti nella vertenza ex Lsu/Ata sono circa 3.500,

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, addetti alle pulizie pronti allo sciopero: "Si apra un tavolo per le internalizzazioni"

BariToday è in caricamento