rotate-mobile
Economia Santeramo in Colle / Via Iazzitiello

Natuzzi, la protesta si allarga. Sit-in degli operai davanti allo stabilimento di Santeramo

Questa mattina i dipendenti di Ginosa e Laterza si sono uniti alla mobilitazione in atto da ieri davanti alla sede centrale di via Iazzitiello. Domani l'incontro in Regione, con i lavoratori pronti a manifestare sotto gli uffici dell'Assessorato al lavoro

La protesta contro i nuovi esuberi annunciati da Natuzzi va avanti e si estende. Dopo gli stabilimenti di Laterza e Ginosa, da ieri anche i lavoratori della sede centrale di Santeramo sono in agitazione. Gli operai hanno bloccato la produzione e questa mattina delegazioni di dipendenti dalla provincia di Taranto si sono uniti al sit-in dei colleghi in via Iazzitiello, in attesa della trasferta barese di domani, quando dovrebbe tenersi un vertice in Regione e gli operai si sono già detti pronti a manifestare.

A provocare lo stato di agitazione, la notizia, data qualche giorno fa dall'azienda in un incontro con i sindacati, di prossimi nuovi esuberi per 1.900 unità, su un totale di 2.700 dipendenti del gruppo. Una decisione che, secondo i rappresentanti dei lavoratori, preluderebbe all'intenzione di trasferire completamente all'estero la produzione. Intanto, in attesa del vertice di domani, i sindacati chiedono di poter esaminare il piano industriale, in modo da conoscere con esattezza gli esuberi previsti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natuzzi, la protesta si allarga. Sit-in degli operai davanti allo stabilimento di Santeramo

BariToday è in caricamento