rotate-mobile
Economia

Vertenza Baritech, i dipendenti davanti ai cancelli della fabbrica: "Presidio ad oltranza per salvare i posti di lavoro"

La decisione è stata presa stamattina, dopo aver appreso la notizia della vendita dell'immobile di proprietà dell'azienda nella zona industriale di Bari. I dipendenti erano già in agitazione a causa del rifiuto della dirigenza di attivare la cassa integrazione per 117 operai

Presidio ad oltranza davanti ai cancelli della struttura produttiva, fino a quando saranno salvati tutti i posti di lavoro. È questa la decisione presa dai lavoratori della Baritech, dopo la notizia della vendita dell’immobile di proprietà dell'azienda emersa a margine dell’incontro, svolto stamattina nel Comune di Bari, con le parti sindacali e i sindaci dell’area metropolitana.

I dipendenti dell'ex Osram-Baritech erano già in agitazione a causa della decisione dei vertici aziendali di non attivare la cassa integrazione per 117 lavoratori che garantirebbe la transizione occupazionale e la messa in sicurezza dei posti di lavoro. I dipendenti termineranno così di usufruire dell'ammortizzatore sociale il prossimo 31 dicembre, nonostante abbiano richiesto alla proprietà un prolungamento di 4 mesi delle misure di sostegno economico. Le varie sigle sindacali avevano già concordato l'avvio di alcune azioni di protesta per sensibilizzare le Istituzioni locali al problema: ieri una delegazione Uiltech Bari ha organizzato una manifestazione nei pressi del Kursaal Santalucia dove era in corso l’Assemblea regionale di Confindustria Puglia

Oggi, invece, i lavoratori si sono ritrovati davanti al Palazzo di Città per denunciare l'atteggiamento "cinico" della proprietà aziendale, la quale avrebbe rigettato anche la manifestazione d'interesse da parte di due possibili acquirenti. Durante il tavolo di confronto svolto oggi a Palazzo di Città, sono emerse novità che hanno ulteriormente allarmato la delegazione di lavoratori: l'amministrazione comunale ha dichiarato di aver ricevuto, tramite l'Asi, una pec con la comunicazione di chiusura di un contratto preliminare che sancirebbe la cessione dell'immobile industriale da Baritech all'azienda di logistica 'Conserva'. 

Domani è previsto un sit-in dei lavoratori davanti il Palazzo della Presidenza della Regione Puglia. Le nuove iniziative andranno coordinate con la recente decisione di presidiare i cancelli della struttura aziendale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Baritech, i dipendenti davanti ai cancelli della fabbrica: "Presidio ad oltranza per salvare i posti di lavoro"

BariToday è in caricamento