Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia Madonnella / Lungomare Nazario Sauro

La protesta Natuzzi blocca il Lungomare. Vendola: "Non abbandoneremo i lavoratori"

Oltre 400 operai sfilano prima dell'incontro tra sindacati, proprietà e governatore. Al termine del confronto l'annuncio di Vendola: "Abbiamo ottenuto il rinvio delle scelte sull'organizzazione del lavoro".

Oltre 400 lavoratori degli stabilimenti Natuzzi di Laterza, Ginosa e Santeramo hanno manifestato dinanzi alla sede della Giunta regionale pugliese, sul Lungomare, mentre all'interno dell'edificio si svolge l'incontro tra i sindacati dell'azienda e il governatore Vendola. Gli operai, che stanno bloccando il traffico sul lungomare, sono al 6° giorno di agitazione contro il piano che potrebbe prevedere 1900 esuberi (su 2700 dipendenti), lasciando numerose famiglie sul lastrico. Al confronto è presente anche il proprietario, Pasquale Natuzzi, convocato da Vendola per provare a placare gli animi.

Proprio il presidente della Giunta regionale ha preso un megafono rivolgendosi ai manifestanti: "Noi non vi abbandoneremo, staremo vicino a voi fino alla possibilita' di tornare a casa con un sorriso. Non è possibile - ha proseguito - pensare di chiudere stabilimenti senza rispettare le relazioni industriali. Il rapporto con i sindacati non e' un optional, e' un modo per rispettare le esigenze del mondo del lavoro. Noi ci aspettiamo collaborazione da parte di Natuzzi cosi' come ci aspettiamo di vedere il piano industriale. Il destino del distretto del mobile imbottito è quello di riconvertirsi. Dobbiamo poter immaginare il distretto della casa e dell'arredo per poter diversificare i prodotti", ha concluso rivolgendosi agli operai. "L'azienda - spiega una Rsu - non dà risposte ai lavoratori. Non hanno neppure presentato il piano industriale. Ci sono 101 milioni di euro stanziati dal governo per il settore. Perchè la proprietà non fa manifestazione di interesse a utilizzarli?".

Al termine del confronto è il governatore ad annunciarne l'esito: "Natuzzi, dopo qualche ora di negoziato ha accettato le condizioni che ha posto la Regione Puglia rinviando alla presentazione del Piano industriale qualunque scelta che riguardi l'organizzazione del lavoro. Abbiamo chiesto e ottenuto da Natuzzi - ha poi svelato - di sedersi tra una settimana al tavolo con le forze sociali per renderci conto di quali sono gli investimenti, gli eventuali sacrifici e qual è la logica del rilancio"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta Natuzzi blocca il Lungomare. Vendola: "Non abbandoneremo i lavoratori"

BariToday è in caricamento