Economia

Puglia e Russia più vicine: innovazione, cultura e sviluppo industriale, siglato accordo a Bari

L'intesa, siglata nel foyer del Petruzzelli, consentirà di avviare progetti comuni in numerosi settori, dal commercio alle istituzioni culturali: "Ponte nato grazie a San Nicola"

"Questo è un accordo economico, perché tentiamo di superare il regime delle sanzioni che consideriamo inutile per la costruzione della pace e dannoso per l'economia pugliese e italiana. I danni che l'Italia e la Puglia hanno avuto da queste sanzioni sono forse più gravi di quelli che abbiamo inflitto alla Federazione Russa". Lo ha affermato il governatore pugliese, Michele Emiliano, al termine dell'intesa sottoscritta nel teatro Petruzzelli di Bari assieme al governo della città di Mosca per incentivare una collaborazione a tutto tondo tra la regione, il capoluogo e la capitale russa, dalla cultura, all'innovazione fino allo sviluppo industriale. Tra la città di Bari e Mosca vi è stato anche un o scambio di lettere d'intenti reciproche.

L'intesa è stata sottscritta dal governatore pugliese e dal ministro del Governo di Mosca, Sergey Cheryomin, alla presenza del sindaco di Bari, Antonio Decaro e rientra nell'ambito del vertice bilaterale per cui imprenditori e rappresentanti del governo di Mosca sono arrivati ieri a Bari per incontrare istituzioni e imprenditori locali, in particolare del settore farmaceutico. "Vogliamo creare - ha detto il ministro russo - un cluster medico all'avanguardia nel mondo con l'aiuto dei medici pugliesi, e creare contatti tra i nostri studenti universitari".

Cheryomin ha anche proposto "di creare un festival comune in cui condividere i giovani talenti pugliesi e moscoviti". "Oggi - ha sottolineato - abbiamo nuovi amici nella regione Puglia e sono molto riconoscente al presidente Emiliano e al sindaco Decaro che ci hanno dato la possibilità di questa collaborazione che riguarda anche la cultura, il trasposto urbano, la sicurezza, l'ambiente e il teatro". "In questi anni - ha detto Decaro - abbiamo consolidato un ponte ideale nato per la presenza di San Nicola a Bari. Su questo ponte ci sono stati passaggi e scambi di carattere culturale che vogliamo continuare a consolidare grazie alla presenza del teatro Petruzzelli e alle istituzioni culturali russe". "Da oggi, su quel ponte - ha concluso - ci saranno anche scambi di natura commerciale ed economica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puglia e Russia più vicine: innovazione, cultura e sviluppo industriale, siglato accordo a Bari

BariToday è in caricamento