Economia

In Puglia la Mini Imu fa meno paura

Dopo mesi di polemiche e confusioni, si è arrivati al giorno fatidico; entro il 24 gennaio la Mini Imu va pagata, ma in Puglia in pochi si devono preoccupare

I telegiornali delle ultime settimane hanno trasmesso centinaia di servizi sulle lunghe code davanti agli sportelli degli uffici pubblici in cui ci si deve recare per cercare di capire come pagare la Mini Imu, la tassa sugli immobili di proprietà diventata ormai una realtà. Le lunghe code sono state causate dalla grande incertezza e confusione relativa agli importi da corrispondere dato che, avendo ricevuto dal Governo centrale solo indicazioni generiche in merito, le aliquote potevano essere decise dai singoli comuni.

Per questo è avvenuto che alcune amministrazioni locali, come quella di Bari, hanno deciso di mantenere inalterata al 4 per mille l’aliquota, altri invece di innalzarla al 6 per mille il che comporta, per i proprietari di immobili, l’obbligo a pagare il saldo. Per quanto riguarda i comuni capoluogo della Puglia, gli unici a doverlo fare saranno i proprietari di casa ad Andria, mentre tutti gli altri hanno già corrisposto quanto dovevano. Per pagare ci si dovrà servire del modello F24 che, debitamente compilato, potrà poi essere pagato in un qualunque ufficio postale o sportello bancario.

Nonostante le richieste avanzate da molti comuni, nessuna deroga è stata concessa dal ministro Saccomanni e quindi la data ultima per pagare è il 24 gennaio. Non rimane altra opzione che quella di mettersi pazientemente in coda e…pagare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia la Mini Imu fa meno paura

BariToday è in caricamento