rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Puglia protagonista alla 'Water week' di Expo Dubai, la settimana dedicata all'acqua e alla blue economy: "Opportunità per le imprese"

Dal 20 al 26 marzo la partecipazione di una delegazione istituzionale con 17 aziende, rappresentanti dei 5 atenei pugliesi e delle due Autorità portuali, con Aqp, Asset, Pugliapromozione e Fondazione Notte della Taranta

La Regione Puglia torna da protagonista all’Expo di Dubai nella Water Week, la settimana dedicata alla gestione delle risorse idriche, alla blue economy, all’acqua come fonte di sostentamento e di energia rinnovabile e agli ecosistemi acquatici. Acqua, Innovazione tecnologica, Made in Puglia e Marketing territoriale saranno al centro della missione istituzionale guidata dall’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, e dall’assessore all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, che accompagneranno all’Expo, dal 20 al 23 marzo, 17 imprese, i 5 atenei pugliesi, le 2 Autorità portuali, Acquedotto Pugliese, ASSET, Pugliapromozione e Fondazione Notte della Taranta.

La missione è stata presentata questa mattina alla Fiera del Levante a Bari. E' intervenuto anche il Commissario italiano dell’Expo, Paolo Glisenti. “La Puglia ha avuto un ruolo da protagonista all’Expo di Dubai – ha sottolineato Paolo Glisenti-. L’ha aperta partecipando alla settimana sull’economia dello spazio e ora la chiude con la settimana dedicata all’acqua. Economia del mare ed economia dello spazio sono due temi centrali dell’Agenda internazionale di ripresa, resilienza e sostenibilità e la Puglia dà il suo importante contributo. L’economia del mare abbraccia, infatti, i temi della gestione, del controllo e della sicurezza degli ecosistemi costieri per la sostenibilità e la crescita. La vostra regione è avamposto dell’Europa mediterranea, e i sistemi economico-culturali del Mediterraneo allargato nutrono aspettative e interesse verso la Puglia. La cui cultura mediterranea è rappresentata dalla Taranta, che torna a Dubai dopo l’esibizione di Capodanno, ma anche dall’organizzazione dei Giochi del Mediterraneo del 2026 a Taranto. Sport, cultura, bellezze paesaggistiche, innovazione, ricerca, sostenibilità, sono tematiche su cui la Puglia è protagonista a Dubai e nel Mediterraneo”. 

“La Puglia porta all’Expo il suo apparato industriale, le sue università, le sue eccellenze e i suoi talenti - ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano -. Ad ottobre durante la Space Week abbiamo gettato le basi per accordi e intese che adesso andremo a concretizzare. Torniamo a Dubai per costruire nuove relazioni nel settore dell’Acqua, accompagnare piccole e medie imprese pugliesi a farsi strada nei nuovi mercati come quello emiratino ed entrare in contatto con potenziali partner, visto che purtroppo alcuni mercati si stanno chiudendo. Le nostre imprese hanno bisogno del rinforzo offerto dalla Regione per creare nuovi posti di lavoro e far riprendere l’economia. Ringrazio il Commissario del Padiglione Italia, Paolo Glisenti, perché con l’Expo sta cercando di tenere vivo il dialogo tra le nazioni e una visione d’insieme del pianeta, con le sue regole fondamentali al di là di visioni politiche e religiose, consentendo a tutti l’accesso a innovazioni e diritti. Quella di Dubai è la missione economica più importante organizzata dalla Regione Puglia, che ha risposto alla chiamata del Governo italiano e del Ministero degli Esteri, in quanto parte dell’Italia, della sua economia, della sua cultura e delle sue tradizioni.  Con la Notte della Taranta porteremo un messaggio di resistenza, perché questo ballo festoso in cui viene rappresentata la capacità di resistere, in particolare, delle donne è in realtà un esorcismo contro il male: i tamburelli della Taranta scandiranno la nostra volontà di contrastare ciò che sta accadendo oggi nella storia del mondo”.

“Questa missione istituzionale - ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci - coglie appieno il senso delle politiche di internazionalizzazione su cui la Regione Puglia ha lavorato negli ultimi dieci anni e grazie alle quali le nostre imprese possono, e sanno, presentarsi e cogliere opportunità di investimento e di collaborazione. La Puglia può e deve essere la porta di accesso di nuovi mercati e per questa ragione accompagnare le imprese pugliesi attive nel settore della blue economy, del tessile e dell’arredo, supportandole nella creazione di relazioni commerciali, e stringere accordi e collaborazioni con le principali istituzioni emiratine rappresentano obiettivi da perseguire e raggiungere anche in questa seconda missione.”

“È un grande onore per me poter rappresentare la Puglia in un contesto internazionale così rilevante – ha aggiunto l’assessora all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio -. Lo è di più potermi confrontare sulle tematiche della sostenibilita? ambientale, che costituisce un aspetto trasversale all’interno delle strategie di sviluppo, sia sulla spinta degli obiettivi di lungo periodo, definiti dalle istituzioni internazionali, sia per effetto della crisi economica che sta determinando un riposizionamento competitivo delle imprese. L’inclusione della tematica ambientale all’interno dei processi produttivi richiede una trasformazione non di poco conto, che incide sulla competitivita? e passa attraverso l’innovazione tecnologica e la capacita? innovativa delle imprese. A Dubai avremo modo di rappresentare le nostre attività nello scenario dello sviluppo sostenibile e, al contempo, sancire collaborazioni in tema di risorse idriche ed economia circolare con attori internazionali.”

"L’accordo con Sharjah Research Technology and Innovation Park - ha spiegato il rettore del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino, a capo della delegazione del sistema universitario pugliese - favorirà nuove e importanti opportunità internazionali per le nostre startup e per le piccole e medie imprese innovative. L’interesse nei confronti delle università pugliesi conferma quanto sia importante la collaborazione tra pubblico e privato per centrare i grandi obiettivi di sviluppo sostenibile dei prossimi anni, potenziando la ricerca e sviluppo e favorendo investimenti nei settori più avanzati".

"Partecipare ad Expo Dubai – ha affermato il presidente di Acquedotto Pugliese, Domenico Laforgia – evento tra i più prestigiosi sullo scenario mondiale, crocevia di relazioni, scambi, progetti e intese tra stati, organismi di sviluppo e cooperazione, istituzioni culturali ed economiche, imprese e cittadini, costituisce per Acquedotto Pugliese un’opportunità di confronto e di crescita. Un traguardo del quale siamo grati al governo, che ha indicato per l’Expo quale best practice, tra le società impegnate nella gestione delle risorse idriche, Acquedotto Pugliese e alla Regione Puglia che sostiene le nostre scelte e la nostra attività".

Pugliapromozione e la Fondazione Notte della Taranta porteranno a Dubai il talento e le tradizioni culturali pugliesi, che insieme al patrimonio naturale e alla capacità di accoglienza contraddistinguono l’attrattiva turistica pugliese.

"Dubai oggi è il centro del mondo – ha affermato Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione -, non solo per l’Expo, ma anche e soprattutto per i talenti e i professionisti che continua ad attirare da tutto il pianeta. La Puglia è una destinazione appetibile, sia per il triangolo del lusso con l’accoglienza in masseria cinque stelle che per l’autenticità delle esperienze, fra le quali spicca la Notte della Taranta. Il valore promozionale di questa missione si esprimerà anche nel linguaggio universale della musica che, dopo il successo di Capodanno, tornerà a catalizzare l’attenzione sulla Puglia ad Expo, in aggiunta ai voli diretti che collegano Bari a Dubai e ad Abu Dhabi".

"Il collegamento su Dubai - ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile – ben rappresenta il grande impegno di promozione che ha visto la Puglia protagonista assoluta nello scorso mese di ottobre nel padiglione Italia dell’Expo 2020 in corso a Dubai. Una partecipazione che, riprendendo lo slogan della presenza italiana ‘La bellezza unisce le persone’, ha saputo fondere la bellezza del territorio, della cultura e della storia della nostra terra, con l’innovazione rappresentata da un settore in forte espansione come quello dell’aerospazio. Un’iniziativa nella quale la Regione Puglia e Aeroporti di Puglia hanno fortemente creduto gettando le basi anche per successive presenze alla rassegna internazionale, che nel nuovo collegamento può trovare un importante elemento di rafforzamento nel solco della linea strategica di sviluppo della rete aeroportuale regionale e con essa del sistema Puglia. Un’iniziativa resa possibile grazie anche alla condivisione di progetti ambiziosi con i vettori che operano sulla nostra rete aeroportuale”.

Le Autorità portuali apriranno uno spaccato sulla blue economy e sul settore della logistica, che abbraccia sempre più i temi della sostenibilità e dell’innovazione tecnologica. Connessa al tema dell’Acqua è la prospettiva dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si terranno a Taranto: lo scorso 4 marzo l’evento è stato presentato a livello internazionale proprio all’Expo Dubai ed è stato messo in luce che mira a definire una nuova visione di sviluppo strategico del territorio jonico, tra rigenerazione urbana, trasformazione economica, promozione della sostenibilità ambientale e del recupero dell’eredità storica della città. Tutte le attività di assistenza tecnica alla realizzazione della missione istituzionale e il costante supporto alle delegazioni imprenditoriali sono state assicurate da Puglia Sviluppo, società in house e finanziaria della Regione Puglia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puglia protagonista alla 'Water week' di Expo Dubai, la settimana dedicata all'acqua e alla blue economy: "Opportunità per le imprese"

BariToday è in caricamento