menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si abbassano le saracinesche di un altro storico negozio: chiude il 'Regno dei bimbi'

Dopo oltre 40 anni, il negozio di giocattoli a due passi da parco 2 Giugno annuncia la chiusura. Pioggia di commenti e ricordi dai clienti: "Grazie per i sogni che ci avete regalato"

Le sue grandi vetrine, a due passi da parco Due giugno, hanno incantato generazioni di bambini e senza dubbio il 'Regno dei Bimbi' ha rappresentato uno dei punti di riferimento per gli adulti alla ricerca di un dono per i più piccini. Dal 14 aprile, però, quelle vetrine in viale Einaudi resteranno spente.

Ad annunciare la chiusura del noto negozio di giocattoli e articoli per l'infanzia, sono i suoi stessi proprietari attraverso la pagina Fb dell'attività: "In più quarant’anni di attività - scrivono - abbiamo accompagnato, giocando, quattro generazioni di bambini e bambine. Il Regno dei Bimbi è stato un posto bellissimo e caldo di sorrisi, di sogni e racconti. Di desideri e magia, di capricci e di pianti. Di storie piccine di tanti, di storia importante di questa città. Prima di spegnere le luci in vetrina per l’ultima volta, vi aspettiamo per salutarvi. Saremo ancora qui fino al 14 Aprile con un sorriso per piccoli e grandi". E tra ringraziamenti e commiato, si intravede forse uno spiraglio per il futuro, o semplicemente un auspicio: "Un Sincero grazie a voi tutti - scrivono i titolari - e noi speriamo prestissimo, di potervi accogliere nuovamente in un nuovo Regno...".

Una notizia, quella dell'imminente chiusura, accolta da una pioggia di commenti di rammarico e di messaggi di clienti che hanno voluto condividere un proprio ricordo legato al negozio: "Ricordo la gioia e l’emozione di quando, piccolina, mia mamma mi diceva che mi avrebbe portato al “regno dei bimbi”. La stessa emozione che oggi vedo negli occhi di mio figlio", "E' stata una pagina importante della mia infanzia e gioventù. A 40 anni suonati ancora mi fermo a guardare incuriosito la vetrina quando a piedi vado alla posta", commenta qualcun altro. "Era un punto di riferimento per tutti noi da ragazzi e da genitori... Grazie per per i sogni e le gioie che avete regalato a noi e ai nostri figli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento