Riapertura cantieri edili: Ance Bari e Bat e sindacati si preparano alla ripartenza, prevista per il 4 maggio

Col supporto di Formedil-Bari, CPT Puglia Centrale e Si.C.E., webinar e assistenza alle imprese nell’adozione delle misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Accordo tra Ance Bari e BAT e le rappresentanze provinciali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil in vista della ripresa del lavoro nei cantieri del territorio barese e della BAT, che dovrebbe avvenire il prossimo 4 maggio, così come nel resto d’Italia. Le parti sociali, con il sistema bilaterale dell’edilizia, metteranno in campo specifiche iniziative per supportare, a livello territoriale, imprese e lavoratori in vista della riapertura dei cantieri, a partire dall’attuazione delle indicazioni previste dal Protocollo sulle misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro del settore edile, sottoscritto a livello nazionale lo scorso 24 marzo. Ance e sindacati, in particolare, hanno ritenuto opportuno costituire una commissione specifica in materia di COVID-19, con il compito di monitorare e risolvere le criticità che dovessero presentarsi nella fase di ripartenza dei cantieri, anche attraverso un’intensificazione della collaborazione con gli Enti e le Istituzioni del territorio. Gli enti bilaterali di settore metteranno a disposizione delle imprese e dei lavoratori servizi specifici in tema di COVID-19, attraverso attività informative, formative e assistenza specifica. Nello specifico, il Formedil-Bari, l’ente formativo in edilizia del territorio, e CPT Puglia Centrale, impegnato nel promuovere la sicurezza nei cantieri edili, organizzeranno già nei prossimi giorni corsi sul web destinati a imprenditori edili, lavoratori e responsabili della sicurezza, sulle regole e buone prassi che si dovranno osservare nei cantieri. Anche le rappresentanze provinciali di Cassa Edile e Si.C.E., l’associazione per la sicurezza nei cantieri edili, affiancheranno le parti sociali con i preposti alla sicurezza in ogni cantiere. Ance e sindacati concordano sulla necessità di riaprire a breve e in sicurezza i cantieri affinché il settore, in gran parte fermo, possa riprendere a lavorare. «Stiamo lavorando attraverso i nostri enti bilaterali – conferma Beppe Fragasso, presidente di Ance e vicepresidente di Confindustria Bari e BAT - per farci trovare pronti nel momento in cui potremo riavviare le nostre attività. È la massima attenzione alla tutela della salute di ogni nostro collaboratore che ci deve guidare nella ripresa delle attività dal prossimo 4 maggio, riportando l’edilizia all’importante ruolo che le spetta nel contesto economico del nostro territorio». «Siamo certi che nella difficile ma indispensabile fase di riapertura dei cantieri – confermano Ignazio Savino, Antonio Delle Noci e Francesco Pappolla, segretari provinciali rispettivamente di Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL - la scrupolosa osservanza dei protocolli sulle misure di contrasto al contagio e l’impegno congiunto di parti sociali ed enti bilaterali edili, potranno garantire la salute dei lavoratori e la redditività delle imprese, contribuendo al rilancio economico del settore. Mai come in questo momento così difficile per il nostro paese, parti sociali e datoriali stanno dando prova di grande senso di responsabilità mettendo al centro la persona, la dignità e la sicurezza sul lavoro. È la conferma che relazioni industriali moderne e sviluppate possono davvero fare la differenza».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento