Economia

Uno 'speed date' per chi cerca lavoro: a Porta futuro l'incontro aziende-candidati

Il 'job center' del quartiere Libertà ha ospitato l'iniziativa per la selezione del personale, che ha visto impegnate quattro aziende della ristorazione, che hanno incontrato 60 candidati iscritti alla piattaforma del centro

Sessanta candidati a colloquio con quattro aziende della ristorazione, per uno 'job speed date' finalizzato alla ricerca di un lavoro. L'iniziativa si è tenuta questa mattina presso Porta Futuro, il job center dell'ex Manifattura Tabacchi.

I partecipanti hanno sostenuto 'mini colloqui' di cinque minuti, sperimentando "un innovativo e informale di selezione del personale". I sessanta candidati erano stati autonomamente pre-selezionati dalle 4 aziende attraverso la piattaforma informatica di Porta Futuro Bari (www.portafuturobari.it) che consente di reclutare tra gli iscritti al database, circa 6.000, i profili più idonei alle proprie esigenze, utilizzando alcune parole chiave che fungono da “filtri di competenze” (es. conoscenza delle lingue, possesso di certificazioni, capacità informatiche ecc.). Le offerte di lavoro riguardavano i profili di cuoco/ aiuto cuoco, addetto alla preparazione dei prodotti di panificazione, banconista/addetto alla vendita prodotti alimentari.

I colloqui sono stati impostati proprio secondo la logica dello 'speed date': postazioni fisse per le aziende in sala, presso le quali, allo scadere dei 5 minuti e al richiamo di una campanella, gli aspiranti candidati cambiano posto e si propongono al colloquio successivo. In questo modo, le aziende reclutatrici riescono ad ottimizzare i tempi e ad incontrare tutti i candidati presenti. Dall’altra parte i cittadini possono mettersi in gioco in diversi colloqui in una sola mattinata mettendo alla prova la propria capacità di proporsi in modo efficace e flessibile.

“Quella di oggi è stata una prima sperimentazione di un metodo di approccio che intendiamo replicare con appuntamenti sistematici - spiega l'assessore alle Politiche attive del lavoro Paola Romano -  per offrire a chi è alla ricerca di lavoro un'occasione continua e diversa per incontrare aziende che hanno posizioni aperte. Una sfida per i candidati perché in pochi minuti devono concentrare le informazioni più rilevanti di sé per risultare idonei alla posizione offerta. Un metodo che ci consente di turnare un alto numero di candidati presso le aziende, facilitando la rotazione e il confronto con il mercato. Siamo soddisfatti del primo incontro, perché non è semplice favorire l’incrocio tra domanda e offerta in queste modalità nuove ma soprattutto siamo contenti per il ruolo e la reputazione che Porta Futuro Bari ha acquisito in un anno e mezzo di lavoro. Se oggi 4 aziende per reclutare nuovi dipendenti si affidano al nostro software e al nostro job center è perché Porta Futuro Bari ha dimostrato efficienza, credibilità e trasparenza. Tre categorie che devono segnare sempre più il nostro mercato del lavoro e appartenere al nostro lessico. Laddove il mercato del lavoro diventa un fatto pubblico, trasparente e aperto ci sarà più meritocrazia e quindi fiducia. Quindi ringraziamo le aziende per aver creduto in noi e ci auguriamo siano sempre di più a farlo”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno 'speed date' per chi cerca lavoro: a Porta futuro l'incontro aziende-candidati

BariToday è in caricamento